Santa Rosalia, patrona della città, è la Santa più amata dai palermitani; non basta un giorno per festeggiarla e i festeggiamenti durano quasi una settimana in tutta la città.

Per celebrare la Santa, Antica Focacceria San Francesco, da 180 anni emblema della cucina siciliana tradizionale, propone il Gelu Ri Muluni (Gelo di Melone), un dolce tipico realizzato con polpa di anguria che diventa gelatina.

All’impasto vengono aggiunte le gocce di cioccolato fondente che sostituiscono i semi tolti precedentemente dal frutto.
Perché proprio l’anguria? A Palermo, è frequente incontrare lungo i marciapiedi una grossa pila di “muluna” ben disposti pronti per essere tastati dal “mulunaru” che li offre agli avventori.

Il festino sacralizza questo frutto che non può mancare per onorare il tripudio alla Santa Patrona di Palermo.

LA RICETTA: GELU RI MULUNI
Antica Focacceria San Francesco regala la sua ricetta per tutti colori che, lontani da Palermo, vogliono festeggiare San Rosalia.

Livello: facile
Tempo: 1 ora circa
Cottura: 15 minuti
Ingredienti

Dose per 8-10 persone

 

1 anguria da 7 kg circa

90 gr di amido per dolci per ogni litro di succo di anguria

150 gr di zucchero per ogni litro di succo

200 gr di cioccolato fondente a scaglie

100 gr di zuccata (zucca candita)

1 stecca di vaniglia

Fiori freschi di Gelsomino

Preparazione

Tagliate a fette il “Mellone” (anguria), togliete la scorza e i semi e passate la polpa nel passaverdure.

Calcolate la quantità di succo ottenuto regolando, di conseguenza, le dosi di amido e zucchero.

Se il mellone è molto dolce e aromatico si può diminuire lo zucchero, se è insipido, viceversa, si può aumentare.

In un tegame sciogliete a freddo l’amido e lo zucchero nel succo di mellone, passate il composto sul fuoco a fiamma molto bassa continuando a girare fino a che non si sarà addensato.

Togliete il gelo dal fuoco non appena farà le prime bolle, a questo punto aggiungete la vaniglia e versatelo in una zuppiera o in degli stampini bagnati, in cui avrete già messo una parte del cioccolato e della zuccata tagliati a pezzetti, mentre i restanti li disporrete sopra una volta versato il gelo.

Fate riposare in frigorifero per circa un giorno. Prima di servire il gelo, toglietelo dallo stampo e guarnite con fiori di gelsomino.

Dai un’occhiata anche a quest’altra ricetta!

DESSERT. Quando estate è sinonimo di “gelo all’anguria”, la storia e la ricetta

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here