Karma birra artigianaleNAPOLI. Sarà ospitato nella splendida cornice della Villa “La Colombaia” di Forio d’Ischia la cerimonia di premiazione dei vincitori della prima edizione del Premio sulla Responsabilità Sociale intitolato ad Amato Lamberti e organizzato dall’Associazione Jonathan onlus e dal gruppo di imprese sociali Gesco.

L’appuntamento è per sabato 13 settembre alle ore 19.00, con una manifestazione che vedrà come madrina d’eccezione il magistrato Lucia Borsellino.
Dedicato ai temi della sicurezza sui luoghi di lavoro e della legalità, il Premio è il primo del Mezzogiorno di questo tipo ed è stato promosso per valorizzare, attraverso il riconoscimento di esempi concreti di comportamenti etici e solidali, la responsabilità sociale come valore e come strumento di cittadinanza attiva.
Cinque le categorie previste, più una menzione speciale dedicata alla memoria del magistrato Paolo Giannino, recentemente scomparso, che hanno visto come vincitori di questa prima edizione: per la categoria “Cittadinanza” Toni Nocchetti, fondatore dell’associazione “Tutti a scuola” per i diritti dei bambini disabili; per quella “Giornalismo” ex aequo Vincenzo Esposito, capocronista del Corriere del Mezzogiorno, e Conchita Sannino, redattrice del quotidiano La Repubblica, per la loro costante attenzione ai temi sociali; per “Lavoro sociale” Giovanni Zoppoli, pedagogista e fondatore del centro territoriale Mammut di Scampia; per la “Cultura” Maurizio Del Bufalo, ideatore e organizzatore del Cinema dei diritti umani; per le “Imprese” Mario Cipriano, titolare del Birrificio Karma di Alvignano, che sostiene i sofferenti psichici con la produzione della birra “Antesaecula”. Infine per la menzione speciale dedicata a progetti e iniziative extra-regionali di particolare valenza sociale, il vincitore è il giornalista Valerio Cataldi del Tg2, per l’opera di denuncia delle condizioni dei migranti nei centri di Lampedusa.
A selezionare la rosa dei vincitori è stata una giuria presieduta dal direttore di Gesco Sergio D’Angelo e composta da: Silvia Ricciardi (presidente dell’Associazione Jonathan); Domenico Ciruzzi (presidente Camera Penale di Napoli); Lucio D’Alessandro (rettore Università Suor Orsola Benincasa); Maurizio de Giovanni (scrittore); Roselena Lamberti (moglie di Amato Lamberti); Marco Musella (direttore del Dipartimento di Scienze politiche, Università Federico II di Napoli); Paolo Siani (presidente Fondazione Polis); Adriana Tocco (garante per i diritti dei detenuti); Federico Ziller (corporate communications director Indesit).
La giuria ha tenuto conto anche delle segnalazioni inviate dai cittadini e da quanti volessero esprimere le loro preferenze, dopo la pubblicazione dell’avviso del premio sul portale Napoliclick.it
Il Premio ha il patrocinio del Dipartimento per la Giustizia Minorile – Ministero della Giustizia, della Regione Campania, del Comune di Forio d’Ischia, del Tribunale per i Minorenni di Napoli, dell’Università Suor Orsola Benincasa e dell’INAIL Campania.
La prima edizione è organizzata in collaborazione con la Fondazione “La Colombaia” di Luchino Visconti, l’Indesit Company, il Gruppo Manfrotto, l’agenzia di stampa nazionale Redattore Sociale e i portali di informazione Napoli Città Sociale e Napoliclick. Ha il sostegno degli artisti Lello Esposito e Rosaria Iazzetta, dei ragazzi degli IPM di NIsida e di Airola e della casa editrice Homo Scrivens.
Nell’ambito della manifestazione è ospitata la mostra del laboratorio fotografico Jonathan – Manfrotto “La professione del fotografo come arte e riscatto sociale”, curata da Denis Curti e vede l’ esposizione delle fotografie realizzate dai minori delle comunità “Jonathan” e “Oliver”.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here