Piacenza golosa. La coppa incontra il Gutturnio, appuntamento in ottobre

0
672

COPPA PIACENTINAPIACENZA. Anche quest’anno un evento enogastronomico che coinvolgerà non solo l’intera cittadinanza, ma anche non pochi turisti, ritorna a Piacenza: stiamo parlando della “Coppa d’Oro” nella splendida cornice di Palazzo Gotico che, in abbinamento con il Gutturnio Festival rappresenta uno straordinario biglietto da visita delle eccellenze enogastronomiche del territorio, veri prodotti piacentini per antonomasia.
In altre parole la coppa “incontra” il Gutturnio e così nasce un evento gourmand con una quattro giorni all’insegna dei sapori e delle tradizioni più tipiche.
Il Premio “Coppa d’Oro”, intitolato alla Coppa piacentina DOP è stato inaugurato nel 2007 dalla Camera di Commercio di Piacenza, per portare un contributo reale alla promozione dei prodotti eccellenti dell’industria alimentare piacentina.
La manifestazione vuole essere una sfida non solo gastronomica ma anche economica alla vicina Parma ed alla sua coppa. Dice Giuseppe Parenti, Presidente della Camera di Commercio di Piacenza, in occasione della presentazione dell’evento, “è ora di staccare la coppa di Parma. La loro qualità è inferiore alla nostra, anche se sono superiori nella produzione industriale. Noi, però, abbiamo due punti a nostro favore: la stagionatura di otto mesi contro i tre di Parma e l’utilizzo di suini provenienti solo da Emilia Romagna e Lombardia”.
L’altro protagonista della manifestazione è il Gutturnio, un vino rosso, intenso e corposo, dei colli piacentini, dai riflessi di porpora. Durante le giornate dell’evento saranno ovviamente possibili degustazioni, approfondimento ed incontri fra produttori vitivinicoli, cantine piacentine oltre a migliaia di turisti ed appassionati.
Il Gutturnio, vino sacro ai Papi ed ai nobili, ha superato bufere e difficoltà di secoli per ripresentarsi ancora alla ribalta. Sempiterno, nobile e popolare allo stesso tempo. Prende il nome dal “Gutturnium”, calice cerimoniale romano ritrovato il secolo scorso. Perchè Piacenza, prima provincia ad aderire al Regno di Italia, è anche città romana. Che contribuiva con i suoi vini ad allietare il Senato di Roma.
Allora prendete nota: appuntamento a Piacenza dal 10 al 13 ottobre. Partecipate con il grande pubblico al visibilio per i “sapori piacentini” e per l’abbinamento coppa e gutturnio. Non ve pentirete!

Angelo Lo Rizzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here