Non è una birra, ma è firmata dal mastro birraio Teo Musso. Al Salone del Gusto è tempo di Cola

0
178

TORINO. Al Salone del Gusto in programma dal 25 al 29 ottobre prossimi moltissime le novità provenienti da tutto il mondo. Questa è una notizia curiosa che interesserà senz’altro gli appassionati del mondo della birra, perché riguarda un noto e stimato mastro birraio italiano.

Tra i nuovi Presìdi internazionali presenti al Salone, la cola di Kenema dalla Sierra Leone è al centro del progetto di Teo Musso del birrificio Le Baladin di Piozzo (CN).

In Liberia e Sierra Leone la si può ancora trovare allo stato selvatico e il suo frutto si consuma durante riti e cerimonie o come ingrediente di una bibita tipica consumata durante il ramadan. La lunga guerra civile che ha dilaniato la Sierra Leone ha disgregato le comunità del territorio danneggiando anche il tessuto sociale retto da saperi e conoscenze ancestrali.

In particolare, molti coltivatori di cola sono scomparsi in guerra o emigrati abbandonando le coltivazioni e interrompendo il passaggio di nozioni tra generazioni.

Nel 2012 – grazie al progetto realizzato da Fondazione Slow Food e Fao – è nato il Presidio che coinvolge quasi 50 produttori, con l’obiettivo di rinsaldare le conoscenze sulla coltivazione e sull’uso della cola sostenendone la commercializzazione.

In Europa, il primo ad apprezzare il prodotto e le finalità del progetto è stato Teo Musso, che al Salone presenta la Cola Baladin, bibita originale, di colore amaranto, composta da ingredienti di primissima scelta. L’iniziativa è valorizzata da una forte ricaduta sociale: parte del ricavato delle vendite andrà a sostenere il Presidio della cola di Kenema e il progetto Mille orti in Africa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here