MILLEFIORI: tra miele e fiori le eccellenze della Piana del Sele. In programma fino al 13 dicembre

0
261

EBOLI (SA). Ai nastri di partenza la manifestazione “Millefiori”, ad organizzarla la Confesercenti Salerno, con la collaborazione della Camera di Commercio di Salerno, del Consorzio Gruppo Eventi, della cooperativa ortofloricola “Sant’Antonio” dell’ AMI – Associazione Ambasciatori Miele d’Italia e con il patrocinio del Comune di Eboli – assessorato alle Attività produttive, retto da Adolfo Lavorgna, della Provincia di Salerno e della Regione Campania.

Sarà una festa all’insegna dei sapori e dei profumi della nostra terra, la sei giorni che, a partire da questa mattina e fino al 13 dicembre, vedrà Piazza della Repubblica trasformarsi in una vetrina per due tra i prodotti d’eccellenza del nostro territorio: il miele e i fiori.

Presenti all’appuntamento con la stampa il presidente di Confesercenti Salerno, Enrico Bottiglieri, il vicepresidente di Intertrade, azienda speciale della Camera di Commercio costituita per favorire l’internazionalizzazione delle imprese della provincia di Salerno, Enzo Galiano, il responsabile organizzativo dell’evento, Attilio Astone.

“Abbiamo cercato di declinare due prodotti per i quali la Piana del Sele si distingue a livello nazionale – ha affermato Attilio Astone – in quanti più ambiti possibile, mettendo a punto un calendario di appuntamenti, mirati a coinvolgere un target eterogeneo, partendo dalle famiglie. Ci auguriamo che questa prima edizione possa essere gradita dagli ebolitani e da quanti si recheranno in città, richiamati dall’evento, convinti di aver individuato un segmento importate, quello delle produzioni locali, che vale la pena di conoscere e far conoscere ad un pubblico sempre più ampio”.

“Abbiamo fortemente voluto realizzare “Millefiori”ad Eboli – ha commentato Enrico Bottiglieri, – così come stiamo sostenendo altre manifestazioni del genere su tutto il territorio salernitano. In questo momento di crisi economica è fondamentale rilanciare l’economia locale, partendo dai prodotti d’eccellenza del territorio e promuovendo le ricchezze che la nostra provincia ha come l’agroalimentare e la produzione florovivaistica d’eccellenza”.

Dello stesso avviso, Enzo Galiano: “L’iniziativa nasce da una visita che abbiamo effettuato presso la fiera apicola di Pastrana, la città spagnola gemellata con Eboli, una delle più importanti della nazione. Abbiamo così pensato di realizzare anche ad Eboli una manifestazione che mirasse alla creazione di un filiera dop, per giungere alla creazione di un marchio di qualità anche per il miele prodotto nelle nostre zone.

Abbiamo scelto di puntare sul miele a seguito di una ricerca fatta che vede, sul nostro territorio, una produzione di miele considerevole, soprattutto dal punto di vista della qualità. Millefiori, dunque, si propone di fare leva su un humus già esistente per poter rilanciare, anche nella nostra zona, la produzione di miele di qualità, insieme alle altre produzioni. “Millefiori”, quindi, lancia un messaggio duplice, all’insegna della salubrità e delle potenzialità anche turistiche che l’evento potrà, nel tempo, sviluppare mirando non solo alla sua istituzionalizzazione, ma anche a quella di altre manifestazioni come “La Grande Bufala”.

Miele, fiori e golosità di Natale,dunque, per una manifestazione inedita con un programma ricco ed articolato che prevede esposizioni e degustazioni, ma anche momenti dedicati alla cucina e al divertimento per i più piccoli. Tante, infatti, saranno le occasioni e gli spazi per poter partecipare attivamente a “Millefiori”.

“Il mercatino delle Api”, spazio dedicato alla vendita e alla esposizione di miele e di prodotti a base di miele, con una attenzione particolare alle bontà natalizie; “L’Api…Cultura” con la mostra fotografica sull’attività delle api, della biologa Marina Calandra; gli “Incontri di gusto”, per degustare ed apprezzare il miele e le sue caratteristiche.

Non mancheranno laboratori con degustazioni guidate condotte dall’AMI e laboratori con i fiori per imparare ad abbellire la tavola del Natale o a lavorare la cera d’api per la realizzazione delle candele. Tappa da non mancare, l’ area dedicata all’assaggio di tisane ed infusi abbinati ai mieli più adeguati, a cura dell’erboristeria “Bellerbe”.

“Millefiori” non poteva non ospitare anche veri e propri show culinari, condotti dallo chef Fofò Ferriere che, accompagnato dai maestri pasticcieri della tradizione napoletana, presenterà i dolci tipici del natale che vedono il miele tra gli ingredienti principali: dagli struffoli ai susamielli, passando per le zeppole scaldate e il migliaccio, fino ai roccocò. “Millefiori” ospiterà anche un’area di intrattenimento per i più piccoli, con il teatrino di Pulcinella della famiglia Ferrajoli, che proporrà spettacoli inediti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here