DOLCI. Melanzane al cioccolato (e’ mulignane c’a’ ciucculata)

1
288

Melanzane e cioccolato? Si, non è un errore di battitura. Ma certamente per molti, fatta eccezione di chi è campano o conosce bene questa regione, sembrerà un’eresia.

Eppure stiamo parlando di un dolce tradizionale, di origini antichissime. Oggi lo ritroviamo soprattutto in Costiera Amalfitana (dove ad agosto si festeggia questo dolce con una sorta di sagra) ed anche a Sorrento e a Napoli.

Chiaramente se assaggerete questo dolce preparato da un pasticcere o da un’anziana del posto troverete delle differenze, dovute alla necessità di alleggerire un pochino la ricetta.

Da segnalare senza dubbio come “point”, dove recarsi per poterla assaggiare con la sicurezza della qualità e del rispetto della tradizione, la pasticceria di Salvatore De Riso situata sul lungomare di Minori (SA).

Se volete sfidarvi o “sfidare qualcuno” però…ecco la ricetta. Vi consigliamo di fare il dolce già in formine monodose, dopo sarà più semplice servirlo.

Ingredienti:

1 kg di melanzane di forma regolare, 6 uova, 200 grammi di mandorle tostate, 200 grammi di amaretti, 400 grammi di cioccolato fondente, 1 pacchetto di cacao amaro in polvere, 200 grammi di zucchero, 4 tazzine di caffè amaro, 1 tazza di latte, 150 gr di frutta candita (cedro), olio di semi.

Procedimento:

Sbucciate le melanzane e tagliatele a fette lunghe e non troppo sottili, friggetele nell’olio bollente e lasciatele sgocciolare per bene. Quando si sono raffreddate, infarinatele e passatele nell’uovo sbattuto per rifriggerle in olio ben caldo. Lasciatele sgocciolare nuovamente.

A parte preparate un miscuglio di zucchero e cacao amaro in polvere in cui passate le melanzane che disporrete in una pirofila dai bordi alti formando uno strato sul fondo.

Frullate le mandorle, gli amaretti e100 grammi di cioccolato fondente e con il composto spolverate le melanzane. Aggiungete un po’ di frutta candita tagliata a pezzettini e rifate altri strati con lo stesso procedimento. Alla fine sciogliete il restante cioccolato fondente con il latte, aggiungendo al termine anche il caffè, in modo da formare un liquido pastoso ma non troppo, che verserete su tutte le melanzane, bagnandole per bene.

Sull’ultimo strato versate il rimanente composto del frullato. A piacimento potete aggiungere canditi, mandorle o nocciole. A questo punto non vi resta che lasciarle raffreddare in frigo per un paio di ore (anche tre) prima di servire.

Antonella Petitti

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here