La Nocciola di Giffoni IGP è la migliore nocciola italiana. Ecco i risultati del panel…

0
348

La Nocciola di Giffoni IGP è la migliore nocciola del Raccolto Corilicolo Italiano 2011 come risulta dal Panel di Assaggio Ufficiale 2011 riunitosi, come ogni anno, lo scorso 28 novembre presso la Sala Panel Polifunzionale della Regione Lazio gestita dell’U.M.A.O.

Un team di 9 assaggiatori esperti hanno esaminato le principali varietà di nocciole italiane raccolto 2011, provenienti dalle maggiori regioni corilicole italiane (Campania, Lazio,Piemonte,Sicilia), quelle più commerciali e quelle che sono in maggior misura usate nel mondo della trasformazione.

Il Panel di assaggio ufficiale della nocciola italiana opera dal 2003, e ha il merito di aver messo a punto le schede di assaggio della nocciola in collaborazione con l’ Università della Tuscia (VT), con gli assaggiatori esperti dell’U.M.A.O. (RM) e di Accademia Segetum Giffoni Sei Casali (SA).

Il Panel d’assaggio della nocciola nato a Giffoni Sei Casali (SA) dove ha la sua sede operativa, ha poi operato a Viterbo, a Roma e nell’ultimo anno anche a Catania per formare e creare team di esperti in tutta Italia.

Dal 2004 ad oggi, sono state testate tutte le annate del raccolto corilicolo italiano e i risultati sono stati resi pubblici sul sito dell’Associazione Nazionale Città della Nocciola, svolgendo, così nel tempo, un lavoro importante che ha aiutato i produttori al miglioramento e alla valorizzazione del prodotto e ha contribuito alla corretta informazione dei consumatore e dei trasformatori.

Il test del raccolto corilicolo 2011 è stato effettuato sia su nocciole crude che tostate utilizzando la scheda d’assaggio della nocciola che ci consente di effettuare un’ attenta analisi organolettica del prodotto stesso.

I risultati del test sul Raccolto Italiano 2011 attribuiscono alla campana tonda di giffoni (Nocciola di Giffoni IGP), il gradimento complessivo più alto, sia per il frutto crudo che tostato.

Per quanto riguarda il seme crudo i risultati del raccolto italiano 2011 sono:

Alla vista il frutto in guscio e il seme sgusciato con le dimensioni più grandi sono rappresentate dalla Tonda gentile romana (Nocciola Romana DOP – Lazio).

Il frutto in guscio e il seme sgusciato con le maggiori caratteristiche di sfericità sono rappresentate dalla cv tonda di giffoni (Nocciola di Giffoni IGP- Campania).

Il seme sgusciato crudo con caratteristiche di alta omogeneità del calibro e di scarsa fibrosità è rappresentato dalla cv tonda di giffoni (Nocciola di Giffoni IGP- Campania).

All’olfatto la Nebrodi mix (Sicilia) si presenta con un’ intensità maggiore accompagnata da sentori medi di vegetale e legno aromatico i e lievi sentori di fava di cacao, tabacco.

Il seme crudo con la croccantezza più elevata è rappresentato dalla cv tonda di giffoni (Nocciola di Giffoni IGP- Campania).

Al Gusto la più intesa e la più dolce risulta essere la cv tonda di Giffoni (Nocciola di Giffoni IGP- Campania). che conserva questo il primato anche riguardo all’ intensità e alla persistenza retrolfattiva.

Per quanto riguarda il seme tostato i risultati del raccolto italiano 2011 sono:

Alla vista il seme tostato che presenta dimensioni piu’ grandi è quello della cv tonda di giffoni (Nocciola di Giffoni IGP- Campania).

Il seme tostato con le maggiori caratteristiche di sfericità sono la cv tonda gentile romana (Nocciola Romana DOP – Lazio) e la cv tonda di Giffoni (Nocciola di Giffoni IGP- Campania).

Il seme tostato che presenta caratteristiche di alta omogeneità del calibro e di alta pelabilità è la cv tonda gentile trilobata (Nocciola Piemonte IGP – Piemonte).

All’olfatto la cv tonda gentile trilobata (Nocciola Piemonte IGP – Piemonte) si presenta con l’ intensità maggiore accompagnata da sentore medio di crosta di pane e caramello.

Il seme tostato crudo con la croccantezza più elevata è rappresentato dalla cv tonda gentile trilobata (Nocciola Piemonte IGP – Piemonte) e dalla cv tonda di Giffoni (Nocciola di Giffoni IGP- Campania).

Al Gusto la più intesa e la più dolce risulta essere la cv tonda di Giffoni (Nocciola di Giffoni IGP- Campania) che conserva anche il primato della maggiore persistenza retrolfattiva insieme alla cv tonda gentile trilobata (Nocciola Piemonte IGP – Piemonte).

Il seme tostato che presenta un’ intensità retrolfattiva più alta è rappresentato dalla cv tonda gentile trilobata (Nocciola Piemonte IGP – Piemonte).

In conclusione possiamo affermare che i requisiti essenziali presenti in una nocciola di qualità sono: – le dimensioni medie del frutto, la forma tonda (sfericità) che assicura l’integrità del frutto alla sgusciatura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here