L’ALBA DEI TEMPLI. Ai piedi del Tempio di Nettuno un suggestivo spettacolo

0
316

PAESTUM (SA). Dopo il successo dell’anno precedente ritorna, nel favoloso sito archeologico di Paestum, l’evento L’Alba dei Tempi con lo spettacolo “Il Mito di Chronos”. L’appuntamento, dedicato alla rievocazione del mito ed all’esaltazione della luce, porta in scena il racconto di Chronos, personaggio complesso e di non facile interpretazione, ma che grazie alla creatività e agli espedienti spettacolari e suggestivi, anche attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative, trova una sua ben precisa collocazione all’interno di uno spettacolo coreografico-teatrale in grado di generare stupore e, prima di tutto, emozione. 

 

Sulla scena si esibiranno ben 22 ballerini selezionati tra quelli che operano per finalità professionali e le parti recitate sono assegnate all’attrice Silvia Bilotti, nel ruolo di Calliope, e all’attore Daniele Cantalupo, nel ruolo di Esiodo, ambedue noti artisti del cinema e del teatro.

 

L’appuntamento del 2011 sarà connotato da elementi che segnano il passaggio dal tempo indefinito al tempo definito: le sonorità ed i ritmi della composizione musicale, opera inedita di Luigi Mogrovejo, la composizione coreografica, curata da Fabrizio Esposito, l’organizzazione del racconto mitologico in chiave contemporanea sotto la direzione di Giuseppe Rizzo.

 

E’ previsto l’utilizzo di tecnologie di ultima generazione di una nota azienda americana, leader nella progettazione e produzione di sofisticate apparecchiature per gli effetti interattivi spettacolari. 

 

Lo spettacolo è strutturato per accompagnare, nella composizione artistica e nei tempi di esecuzione, il passaggio dalla notte al giorno, attraverso il racconto, i suoi personaggi, la sua musica e la sua danza.

 

Il format dell’evento “L’Alba dei Tempi” impone regole precise e rigorose nell’utilizzo di allestimenti, impianti ed apparecchiature di minimo impatto ambientale nel rispetto della location che, già da sola, emoziona per la sua atmosfera “unica” e “suggestiva”.

Il pubblico potrà accedere all’area dello spettacolo, ai piedi del maestoso Tempio di Nettuno, tra la notte del 6 e l’alba del 7 agosto, dalle 3.30 alle 4.15 del mattino.

L’inizio dello spettacolo è previsto alle ore 4.30 ed ha la durata di un’ora, fino alle prime luci dell’alba.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here