ITALIA-ISRAELE: firmata cooperazione turistica. In comune il turismo religioso

0
311
Chiesa di San Basilio

ROMA. Incrementare i flussi del turismo individuale ed organizzato, realizzare entro l’anno un workshop per favorire i contatti diretti tra gli operatori turistici, approfondire lo scambio di informazioni e di esperienze in materia turistica.

Sono i principali obiettivi, per il triennio 2011-2013, della Dichiarazione congiunta sull’attuazione dell’accordo di cooperazione nel settore firmata dal ministro Michela Vittoria Brambilla e dal collega israeliano Stas Misezshnikov nell’ambito del vertice italo-israeliano che si è tenuto a Roma.
La Dichiarazione prevede, inoltre, che le parti favoriscano l’organizzazione di eventi per promuovere vari prodotti turistici, come il turismo culturale e quello enogastronomico. Lo scambio di informazioni e di esperienze includerà aggiornamenti sulla legislazione turistica, raccolta di dati e statistiche, misure per la protezione e la tutela dei beni ambientali e culturali, materiale promozionale.
La firma è stata preceduta da un lungo e cordiale colloquio, nel corso del quale i ministri dei due Paesi hanno affrontato tutti gli argomenti di comune interesse. Lo stesso primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha poi voluto confrontarsi con il Ministro Brambilla per realizzare pacchetti turistici congiunti con itinerari di turismo religioso e della spiritualità, che vedano Italia e Israele promuovere in maniera congiunta il grande patrimonio comune che, anche sotto questo profilo, vantano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here