Quando si pensa alle feste di Natale si immagina immediatamente il tempo trascorso con amici e parenti intorno alla tavola imbandita intenti ad assaggiare ogni tipo di bontà, a scartare i regali o a divertirsi con i tipici giochi della tradizione. Le festività, del resto, servono proprio a questo: trascorrere del tempo di qualità con le persone care: quale modo migliore, dunque, per aspettare la mezzanotte e Babbo Natale se non con un bel Cocktail con amaro bevuto in buona compagnia?

Certo l’amaro che si utilizza deve essere versatile, di ottima qualità e soprattutto in grado di soddisfare tutti i palati: solo un distillato risponde a tutte queste caratteristiche e parliamo naturalmente del Fernet-Branca.

Nel 1845, quando Bernardino Branca nel suo laboratorio arrivò alla ricetta di questo straordinario liquore combinando insieme erbe, radici e spezie provenienti da ogni angolo del globo, di certo non avrebbe immaginato che quasi 180 anni dopo questo sarebbe stato utilizzato nei modi più disparati.

Il successo del Fernet, invece, sembra essere proprio scritto nel suo DNA. Ed è così che a distanza di tanti anni, e in ogni angolo del mondo, questo liquore dal carattere forte e deciso viene utilizzato nei modi più disparati per creare cocktail e long drink che riescono a unire generazioni e a soddisfare ogni tipo di palato.

Ecco allora che proprio in occasione delle feste nonni, nipoti e figli possono sedere attorno alla stessa tavola e gustare un ottimo drink con il Fernet-Branca come aperitivo, in attesa che la cena sia pronta in tavola. Sembra impossibile, se si pensa a questo distillato bevuto nella sua forma pura, e invece combinato sapientemente è in grado di dare vita anche a bevande fresche e dissetanti e si presta bene anche per ottimi drink nell’happy hour.

Sebbene i bartender di tutto il mondo si divertano a creare abbinamenti sempre nuovi e diversi, vi proponiamo qui la selezione di cocktail che le stesse distillerie Branca suggeriscono per gustare al meglio il Fernet:

Branchinotto: è una ricetta semplice e dissetante resa unica dall’unione tra il chinotto, agrume dal profumo intenso e dal gusto acidolo e amaro, e il gusto deciso di Fernet Branca. Pochi ingredienti, una preparazione semplice e veloce che lascerà tutti a bocca aperta:

  • 8 cubetti di ghiaccio
  • 5 cl Fernet-Branca
  • 10 cl Chinotto

Fernet cup N.1: è un cocktail fresco e speziato che, grazie all’aggiunta dello zucchero liquido, limone e ginger beer, esalta al meglio il gusto e le qualità inconfondibili di Fernet-Branca. Per i Bartender più esperti, l’aggiunta di 2 cl di albumi d’uovo rende poi magico il risultato. Gli ingredienti sono appunto:

  • 4,5 cl Fernet-Branca
  • 2 cl zucchero liquido
  • 2 cl succo di lime
  • Top Ginger Beer

Per la sua preparazione basterà mettere nello shaker tutti gli ingredienti, riempire con ghiaccio, shakerare, versare contenuto nella mug su ghiaccio fresco e colmare con Ginger Beer. Una scorza di lime a decorazione e il gioco è fatto!

Brancamilano: è l’ultimo frutto del lavoro dei bartender Branca che, con passione e dedizione, sperimentano continuamente nuove formule per trovare quelle in linea con le tendenze e i gusti che evolvono continuamente in una viva e vivace Milano. Il Brancamilano, che si candida a diventare l’aperitivo milanese per eccellenza, è risultato vincitore tra diverse ricette sottoposte all’ Università degli studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, istituzione che è eccellenza mondiale nel settore.

I tre drink che hanno avuto l’ok sono stati poi posti al vaglio del comitato finale di degustazione che si è onorato della presenza del Sindaco Sala. La ricetta vincitrice ha come ingredienti alcuni tra i liquori più noti di casa Branca, sapientemente combinati con altri aromi:

  • Gremolada di arancia, limone, menta piperita
  • 6 cl Antica Formula Carpano
  • 1,5cl Fernet-Branca
  • 1,5 cl Stravecchio Branca

Tutto ciò che occorre fare è versare la gremolada sul fondo quindi aggiungere i tre liquidi e il ghiaccio e miscelare con lo steerer. Aggiungere altro ghiaccio se necessita e infine decorare con foglioline di menta.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here