FOOD. Ecco cosa succede in Campania dal 27 aprile al 3 maggio

0
462

Via libera al delivery anche in Campania, alla fine il governatore della Campania, Vincenzo De Luca con l’ordinanza numero 37 ha deciso di dare il via libera alle attività di bar, pizzerie e ristoranti ma solo in modalità asporto.
Orari ben precisi e diversi in base alla natura della propria attività.
Dalle ore 7.00 alle ore 14.00 l’asporto sarà consentito solo ai bar e alle pasticcerie mentre nella fascia oraria che va dalle 16.00 alle 22.00 sarà la volta di ristoranti e pizzerie.
Le modalità di prenotazione potranno avvenire solo online o telefonicamente e le consegne dovranno rispettare tutte le norme igienico sanitarie. Norme che si estendono in maniera rigorosa anche alle fasi di produzione, confezionamento e trasporto.
Sanificazione dei locali costante, adozione di dispositivi individuali (mascherine e guanti), rispetto delle distanze nelle fasi di produzione, adozione di linee guida per il trasposto sicuro dei cibi, sono queste le indicazioni che tutte le attività dovranno seguire se vogliano riaprire le porte dei loro locali.
Azioni che destano non pochi dubbi negli esercenti che lamentano poco tempo per organizzarsi e spese aggiuntive a loro carico per far fronte a tutti i vincoli posti dall’ordinanza.
Le attività si dividono, c’è chi aprirà con la speranza di trovarsi poi pronto per quando potrà aprire al pubblico e chi invece esulta per la possibilità di riprendere, anche se in parte la propria attività.
Una situazione sicuramente confusa che accende, per qualcuno, una debole luce in fondo ad un tunnel che per altri rimane ancora più nero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here