Federazione Italiana Cuochi: il primo appuntamento dell’anno è a Rimini Segue il Campionato del Finger Food

0
263

L’inizio del 2012 è quanto mai promettente per la Federazione Italiana Cuochi, che, come unico ente di categoria riconosciuto ufficialmente, non può mancare alle rassegne del settore. Il primo rendez-vous, a cui sono attese le berrette bianche, è il Sigep-Salone Internazionale Gelateria, Pasticceria e Panificazione Artigianale, in calendario dal 21 al 25 gennaio a Rimini Fiere.

Alla XXXIII edizione della principale vetrina europea di arte dolciaria, la Federcuochi si presenterà al gran completo, con la FIC-Promotion Srl, ultima sua “costola” che si occupa dell’immagine e della promozione dell’Associazione. Oltre a esibirsi in performance culinarie e artistiche, al Padiglione A7, nello stand 146, la FIC incontrerà le diverse realtà del comparto, nell’ottica degli scambi e dell’arricchimento di esperienze.

«Per noi chef, ogni fiera è un importante momento, anche di promozione, in cui organizzare sempre più eventi per farci conoscere e intraprendere utili contatti», conferma il presidente Paolo Caldana, «Nel suo programma, la Federazione si prefigge di partecipare il più possibile alle manifestazioni espositive, dalla più piccola a quella di respiro internazionale. Per il nostro principale obiettivo, la visibilità, riteniamo che tra le fiere più funzionali si collochi SIGEP, a cui parteciperemo con interventi mirati e d’impatto».

Certamente d’effetto, a testimonianza dell”evoluzione” della specie, l’appuntamento successivo della FIC: il 3° Campionato Nazionale di Finger Food (diventato quest’anno 1° Campionato Internazionale di F.F.) che si terrà dal 5 al 7 febbraio presso la Galleria 7 – 8 della Fiera di Padova, nell’ambito di Tecno&Food.

La Federazione ha concesso il suo patrocinio alla competizione, che testimonia un’innovazione nella gastronomia italiana ed è suddivisa per categorie. In due gironi distinti, i concorrenti junior e senior dovranno interpretare le “carni bianche”, in base al proprio bagaglio professionale, culturale e del territorio di appartenenza e secondo la cucina calda e fredda.

Gli chef in gara dovranno soddisfare con i loro bocconcini tutti e cinque i sensi della giuria che si atterrà ai principi codificati in materia dal Comitato Scientifico di cui fa parte Marco Valletta, responsabile delle pubbliche relazioni della NIC-Nazionale Italiana Cuochi: «Sostenuto dalle due riviste specializzate “Zafferano” e “L’Arte in Cucina”, il gruppo tecnico ha analizzato sette anni di pratica di “finger food” e ha messo a punto precise norme per una corretta preparazione degli stessi. Le proposte culinarie che stanno in un solo boccone sono ormai entrate nel menù quotidiano, ma richiedono inventiva e devono corrispondere a canoni, come l’utilizzo di almeno tre ingredienti, scelti per analogia o per contrasto. Non tutto può diventare “finger food”, in particolare i dolci!».

La nuova filosofia dello Chef on Show, che crea spettacolo nella realizzazione dei bocconcini, avrà il suo clou nella serata d’apertura del Campionato di Finger Food: nell’occasione, la cena delineerà un percorso multisensoriale di cinque portate, con cinque “finger food”, destinate a rappresentare tutte le regioni d’Italia. Autori dell’evento esclusivo sono Marco Valletta e il collega della FIC Gianluca Tomasi, che hanno anche firmato il libro “Chef in punta di dita” (edito da Zafferano).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here