E’ tempo di Ciclamina! 25esima passeggiata in bici nei Picentini

0
252

PONTECAGNANO (SA). Si svolgerà domenica 8 maggio la 25esima edizione della “Ciclamina”, tradizionale passeggiata in bicicletta promossa ed organizzata da Legambiente circolo “occhi verdi” di Pontecagnano.

L’evento, consolidato appuntamento che richiama ogni anno numerosissimi partecipanti, non solo del centro picentino, amanti della mobilità eco-sostenibile, si arricchisce quest’anno di nuovi e pregnanti significati, oltre che di nuove collaborazioni e nuovi percorsi.

La Ciclamina, infatti, per questa nuova edizione, vede la partecipazione del circolo Acli “Il Ponte per il futuro” e della neonata associazione “Costa picentina”, fortemente voluta dagli abitanti del litorale picentino per valorizzare la costa lasciata spesso al degrado, trascurandone le potenzialità di risorsa turistica e balneare.

Non a caso il nuovo percorso per la consueta “bicifestazione” della Ciclamina prevede quest’anno la partenza alle ore 9:30 da piazza Sabbato a Pontecagnano ed una sosta presso Belvedere di Magazzeno nello stesso comune, proprio in zona litoranea, dove pure sorge un’area verde attrezzata con panchine e giostre per bambini, con veduta direttamente sul mare.

Il percorso si concluderà, come di consueto, al parco eco-archeologico di Pontecagnano, dove si svolgerà l’estrazione dei premi della lotteria della manifestazione, con i primi tre premi in bici, mentre i restanti  offerti dagli sponsor dell’evento.

Dunque la 25esima edizione di questa importante passeggiata in bicicletta intende promuovere sempre più la mobilità sostenibile, soprattutto alla luce dei clamorosi tagli ai trasporti pubblici imposti dal governo a livello locale, regionale e nazionale, che contribuiranno ad inevitabili danni all’ambiente per il conseguente uso smodato delle automobili che ne deriva.

Ma la Ciclamina vuole essere anche e fortemente un modo per ricordare a tutti i suoi partecipanti e curiosi, del voto referendario del 12 e 13 giugno, in merito alla privatizzazione dell’acqua, al legittimo impedimento e soprattutto  all’adozione dell’energia nucleare nel nostro paese.

Non è lontano il ricordo del terribile disastro di Fukushima, che Legambiente intende evitare e scongiurare, nella nostra storia prossima e futura, con la promozione e la diffusione delle fonti di energia rinnovabili, da sempre idonea soluzione per il benessere collettivo e dell’eco-sistema in cui viviamo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here