DOLCI TIPICI. La scarcella o corrucolo pugliese

0
410

SCORSELLA PUGLIESE dolce pasqualeLa scarcella o corrucolo pugliese è il dolce pugliese forse più famoso del periodo pasquale.

E’ un dolce molto antico e, come tale, ha ingredienti semplicissimi ed economici. Anche la preparazione dell’impasto è facilissimo..insomma, le nostre nonne non si complicavano certo la vita! Il risultato però è un dolce buonissimo, genuino, colorato e bello anche da regalare nel periodo pasquale!

C’è da dire, però, che ogni paese pugliese ha la sua versione particolare: c’è chi la fa ripiena di marmellata, chi la ricopre con la glassa, chi la fa a forma di colomba, di campana, di corona intrecciata circolare..insomma “paese che vai, scarcella che trovi!”. Ciò che accomuna tutte le versioni è che sono tutte molto colorate, decorate con codette e zuccherini, con ovetti di cioccolato o uova fresche..in ogni caso, è un dolce facile e buonissimo! Provatelo e ne rimarrete conquistati!

Bene, passiamo alla ricetta e vediamo insieme come si prepara la scarcella o corrucolo pugliese! Per la sua preparazione potete avvalervi del Bimby, di una planetaria o di una impastatrice qualsiasi, ma se preferite, potete preparare l’impasto anche a mano!

Ingredienti:

500 gr di farina 00
120 gr di zucchero semolato
100 gr di olio extra vergine d’oliva
1 bicchiere di plastica +2-3 cucchiai di latte
1 cucchiaino colmo di lievito per dolci o di ammoniaca
2 uova per guarnire e decorare
1 cucchiaino di sale
codette e zuccherini colorati
granella di zucchero
zucchero a velo
Procedimento:

La preparazione della scarcella o corrucolo pugliese è davvero molto semplice.

SCORSELLA PUGLIESE dolce pasquale

Nella ciotola dove andrete ad impastare mettete la farina, lo zucchero, un cucchiaino di sale e l’olio. Amalgamate alla meglio gli ingredienti.

A qesto punto aggiungete poco alla volta il latte. Nella ricetta originale c’era un generico “latte quanto basta” tra gli ingredienti. Io ne ho messo un bicchiere di plastica colmo più altri 2-3 cucchiai e con questa quantità ho ottenuto la consistenza giusta. Voi regolatevi secondo il vostro impasto: aggiungetene in ogni caso poco alla volta fino ad ottenere un impasto sodo ma malleabile, molto simile alla pasta frolla.

A questo punto procedete alla preparazione della scarcella: potete creare dei grossi biscotti, anche di 18-20 centimetri a forma di colomba, di campana o di coniglietti o fare delle piccole ghirlande intrecciate come ho fatto io. In questo caso dividete l’impasto in 3 e create 3 cilindri abbastanza sottili (non fateli troppo grossi, perchè rischiereste di trovare la scarcella cruda all’interno). intrecciateli tra di loro e date una forma circolare.

Trasferite la vostra scarcella o corrucolo pugliese su una teglia foderata di carta forno. Nel punto di congiunzione delle due estremità mettete un uovo crudo e fermatelo con due striscioline di pasta, formando una croce.

Sbattete poi il secondo uovo e spennellate tutta la superficie. Decorate con codette e zuccherini colorati e con granella di zucchero.

infornate in forno già caldo a 180° per circa 50 minuti o comunque finchè la scarcella non comincerà a dorarsi.

Lasciate raffreddare completamente e terminate la vostra scarcella o corrucolo pugliese con una spolverata di zucchero a velo.

La scarcella si mantiene fresca per qualche giorno. Se la preferite più morbida, vi consiglio di prepararla il giorno prima. Provatela, è davvero un dolce pasquale squisito!

I consigli del blog La cucina sottosopra

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here