“Dalla tavola alla cittadinanza”. Un concorso per le scuole primarie di tutta Italia

0
267

Contro gli sprechi a tavola e il cibo spazzatura scendono in campo i bambini. Coldiretti e Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca hanno lanciato un concorso dal titolo “Dalla tavola alla cittadinanza”, rivolto agli alunni delle scuole primarie.

L’obiettivo è stimolare gli scolari a ideare comportamenti e percorsi per ridurre gli sprechi a tavola e i rifiuti già a partire dalle merende, ma anche a inventare slogan per promuovere il Made in Italy, creare piatti con alimenti dello stesso colore delle bandiere, riscoprire musiche popolari legati alla tradizione rurale (come i canti delle mondine o dei vendemmiatori) o inventarne di nuove.

In questo modo – sottolinea Coldiretti – si punta a far crescere i consumatori di domani educando a modelli di consumo più consapevoli. Basta ricordare che il 30 per cento del cibo acquistato in Italia finisce nella spazzatura. Non mancheranno un apposito questionario dal nome “Mangiometro”, per verificare la conoscenza delle tematiche relative a una corretta alimentazione, e la sottoscrizione dello “Statuto dell’agricittadino consapevole”.

Accanto agli elaborati, che verranno giudicati sulla base di uno specifico punteggio, le classi potranno guadagnare punti bonus effettuando visite nei Mercati di Campagna Amica promossi dalla Coldiretti, nelle fattorie didattiche, negli agriturismi e nelle aziende agricole. Le scuole che intendono partecipare al concorso dovranno inviare al numero di fax 06 5849 3959 la scheda di iscrizione allegata al regolamento di concorso entro il 1 aprile 2010.

Gli elaborati, corredati dai dati della scuola, dovranno pervenire entro e non oltre il 3 maggio 2010 al seguente indirizzo: Concorso “Dalla tavola alla Cittadinanza” – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione, Ufficio III – viale Trastevere, 76 A – 00153 Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here