Nel tempo, sullo smartphone appaiono sempre più applicazioni, motivo per cui potrebbe non funzionare a pieno regime. La connessione all’interno della tua abitazione potrebbe essere lenta perché non utilizzi strumenti come il HUAWEI ax3 dual core e questo potrebbe incidere sulla tua esperienza.

Ci sono dei casi in cui il tuo smartphone è rallentato al di là dell’utilizzo della connessione.

Il motivo principale del rallentamento sono i processi in background che riempiono la RAM. Esistono diversi modi per aumentare la RAM o ottimizzare il consumo di RAM sui dispositivi Android tramite impostazioni o applicazioni di terze parti.

Ottimizzazione della memoria

La memoria ad accesso casuale, o RAM, è la memoria utilizzata dal processore per elaborare e archiviare informazioni sulle applicazioni in esecuzione sul dispositivo. Più RAM c’è, più produttivo è lo smartphone. Grazie alla RAM, il dispositivo è in grado di eseguire più applicazioni contemporaneamente. Gli smartphone moderni rilasciati nel 2021 sono dotati di almeno 4 GB di RAM e la quantità di “RAM” negli smartphone da gioco raggiunge i 18 GB.

Se uno smartphone Android non ha abbastanza RAM, inizia a scaricare le applicazioni in esecuzione dalla memoria, oltre a dedicare più tempo a eseguire azioni familiari. Questo può essere risolto grazie alla possibilità di cancellare la RAM, chiudere le applicazioni non necessarie e utilizzare applicazioni speciali integrate nella shell, che fungono da antivirus e ottimizzatore per il tuo smartphone.

Se il tuo smartphone diventa più lento, dovresti svuotare la cache e controllare la presenza di virus. Se il problema persiste, puoi disabilitare manualmente la riproduzione automatica delle applicazioni inutilizzate. Ciò farà risparmiare RAM e altre risorse dello smartphone.

Si consiglia di utilizzare software di terze parti solo in assenza di ottimizzatori proprietari, poiché l’installazione di una nuova applicazione in un modo o nell’altro influisce sulla pienezza della RAM e della memoria permanente.

Si consiglia inoltre di ripristinare completamente lo smartphone alle impostazioni di fabbrica una o due volte l’anno, soprattutto quando si tratta di modelli economici. Più a lungo funziona uno smartphone Android, più RAM utilizza.

Se non c’è abbastanza RAM, dovresti smettere di usare i widget sul desktop. Occupano più spazio sulla RAM di quanto comunemente si creda.

Lo stesso vale per gli sfondi live. Queste funzioni consumano attivamente anche la carica della batteria. Vale la pena controllare l’elenco delle applicazioni installate e rimuovere quelle non necessarie. Ciò libererà non solo la RAM, ma anche la memoria flash.

Per gli smartphone con diritti di root, esiste un metodo per espandere la RAM trasferendo l’archiviazione delle informazioni dalla RAM alla MicroSD. Ma ottenere i diritti di root può invalidare la garanzia dello smartphone dell’utente e può anche influire negativamente sulla sicurezza del dispositivo stesso.

Espansione di memoria sicura

Dal 2021, molti fornitori hanno iniziato a utilizzare l’espansione della RAM utilizzando una certa quantità di memoria permanente dello smartphone. Oggi queste funzionalità sono disponibili in molti smartphone popolari e compaiono persino dove non erano precedentemente disponibili con gli aggiornamenti software.

Convenientemente, puoi regolare la dimensione della RAM virtuale o disabilitare del tutto questa funzione per archiviare più dati nella memoria permanente del dispositivo.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here