Arriva nelle scuole la nutella salentina, realizzata con il cioccolato e l’olio d’oliva extravergine di Terra d’Otranto, dal nome accattivante: Cioccoliamoci. Al via un ciclo di dolcissime lezioni dedicate ai più piccini, organizzate da Campagna Amica di Coldiretti Lecce.

A salire in cattedra sarà il talentuoso pasticcere Roberto Donno, titolare di Dolce Arte a Cutrofiano, che insegnerà agli scolari come nasce il condimento più ghiotto del mondo, il cioccolato. La prima lezione del ciclo di laboratori in programma per il 2013 sarà nell’istituto Marcelline di Lecce, lunedì 21 gennaio, a partire dalle 9,30.

I piccoli allievi, dopo la proiezione di un filmato sulla storia, le virtù e le caratteristiche del cacao, seguiranno le fasi della realizzazione della Nutella salentina, guidati passo dopo passo dal pasticcere di Cutrofiano. E, dulcis in fundo, potranno terminare l’eccezionale lezione con una ghiotta merenda a base di pane e Cioccoliamoci.

L’incontro rientra nel progetto di Coldiretti Educazione alla Campagna Amica, coordinato da Maria Teresa Buttazzo, responsabile provinciale,  e si propone di avvicinare gli studenti al mondo dell’agricoltura e di sensibilizzare le nuove generazioni ad un alimentazione sana, corretta e quanto più naturale possibile, per formare il cittadino di domani. Tutto ciò per rendere i ragazzi consapevoli, non solo di come si alimentano, ma anche dell’interazione esistente tra cibo, agricoltura, ambiente e salute all’’interno di uno sviluppo sostenibile.

Chocoday sarà itinerante e coinvolgerà le seguenti scuole: Istituto comprensivo Polo 1 di Galatina, Scuola elementare Maselli di Cutrofiano, Istituto Comprensivo di Ugento, Scuola dell’infanzia comunale Topolino di Lecce, istituto San Domenico Savio di Monteroni, Asilo nido Comunale Il Cerchio Aperto di Maglie, scuola dell’infanzia Cantobelli di Lecce e istituto comprensivo con indirizzo musicale Archimede Lecciso di Carmiano.

Tra le attività di Educazione alla Campagna Amica, gli orti nelle scuole, la visita nelle aziende agricole per assistere alle varie fasi della coltivazione dei prodotti della terra, la produzione di racconti e poesie sul lavoro dei campi o a sfondo ecologico, la ricerca guidata delle etichette degli alimenti per avere fiducia verso la qualità del cibo  ed altre iniziative  che possano avvicinare i bimbi al meraviglioso mondo della campagna.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here