CEREALICOLTURA: un incontro scientifico in nome di Natale Di Fonzo. Verso nuove sfide…

0
308
Harvest, close up of farmer's hands holding wheat grains

FOGGIA. Ricordare la figura di un grande ricercatore come Natale Di Fonzo e affrontare quelle che sono le nuove sfide della ricerca in campo cerealicolo. Sono questi gli obiettivi dell’incontro scientifico dal titolo “Natale Di Fonzo: l’impegno e la passione per la ricerca in agricoltura”, organizzato dal CRA – CER, Centro di Ricerca per la Cerealicoltura del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (con sede a Foggia), che si terrà a Foggia, all’interno della Fiera internazionale dell’Agricoltura, venerdì 27 aprile (ore 15.30 – Sala B).

«Sarà un appuntamento dall’alto valore scientifico – anticipa Roberto Papa, direttore del Centro di Ricerca per la Cerealicoltura del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA) – in cui grazie agli interventi dei prestigiosi relatori e con la successiva tavola rotonda faremo il punto sulle sfide future per la ricerca in cerealicoltura, mirate ad una coesistenza fra la sostenibilità ambientale e la produttività. L’incontro, sarà soprattutto un momento importante per ricordare Natale Di Fonzo (è stato direttore dell’Istituto Sperimentale per la Cerealicoltura di Foggia – oggi CRA CER), persona straordinaria che ha dedicato tutta la propria vita professionale alla ricerca e allo sviluppo della cerealicoltura».

Ed in questa occasione il CRA CER farà degustare (su invito) una pasta realizzata con la varietà di grano PR22D89, che è stata l’ultima creazione di Di Fonzo: una pasta praticamente “perfetta” fatta con il grano prodotto nei campi sperimentali del Centro passando per la molitura da un molino di Altamura (Ba) e da un pastificio di Gragnano (Na) per il prodotto finale. Insomma l’eccellenza del Made in Italy, dalla ricerca alla trasformazione, finisce nel piatto.

*Natale Di Fonzo: l’impegno e la passione per la ricerca in agricoltura

Natale Di Fonzo (1950-2011) ha dedicato tutta la sua vita al lavoro ed allo studio della genetica dei cereali. La sua carriera è stata brillante, ricca di studio, soddisfazioni e traguardi raggiunti. Ha cominciato prestissimo come borsista e subito dopo come ricercatore presso le Sezione di Ordeicoltura e Maiscoltura di Fiorenzuola d’Arda (PC) e Bergamo, poi a partire dal 1990 ha diretto per 15 anni la Sezione di Durogranicoltura di Foggia e per circa 4 anni la sede centrale di Roma dell’ Istituto Sperimentale per la Cerealicoltura. Recentemente era stato nominato a Capo del Dipartimento di Biologia e produzione vegetale del Consiglio Nazionale per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura (CRA), incarico che ha ricoperto fino al maggio del 2010. Un vulcano di idee, sempre pronto a sfoderare un’intuizione vincente, ma sempre umile, disponibile e generoso con tutti. Natale Di Fonzo amava il suo lavoro ed era orgoglioso di far parte del CRA. Ha aperto le porte degli enti di ricerca che ha diretto alle imprese private ed al territorio dimostrando una forte propensione alle collaborazioni scientifiche ed agli scambi culturali. Ha creduto sempre nei giovani ed a tanti di loro ha offerto occasioni importanti di vita e di lavoro.

*IL PROGRAMMA – Apertura lavori e saluti autorità (ore 15.30); quindi gli interventi introduttivi di Roberto Papa, direttore del Centro per la Cerealicoltura del CRA-CERe di Antonio Blanco, presidente della SIGA (Società Italiana di Genetica Agraria).

Relazioni (ore 16.30): Antonio Michele Stanca, presidente dell’Unione Italiana delle Accademie per le Scienze Applicate allo Sviluppo dell’Agricoltura, alla Sicurezza Alimentare e alla Tutela Ambientale – UNASA “Natale e il suo impegno scientifico: da Scerni a Roma”; Peter Shewry, director at Rothamsted Research (UK) “Achievements and Challenges in Wheat Improvement”.

Tavola Rotonda (ore 18) dal titolo “Le nuove sfide per la ricerca cerealicola: fra produttività e sostenibilità ambientale” che sarà moderata da Luigi Rossi, presidente FIDAF (Federazione Italiana Dottori in Scienze Agrarie e Scienze Forestali; Elisabetta Lupotto, direttore del Dipartimento di Biologia e Produzione Vegetale del CRA; e con gli interventi di Giancarlo D’Annibale, A.D. Rustichella d’Abruzzo S.p.a; Giannicola Caione, presidente Con.Cer Associazione produttori cerealicoli di Foggia; Zina Flagella, Università degli Studi di Foggia; Clara Fares, CRA Centro di Ricerca per la Cerealicoltura di Foggia; Mauro Tanzi, Product Manager Pioneer Hi-Breed Italia; Loreto Gesualdo, presidente CE.R.TA. (Centri Regionali per le Tecnologie Agroalimentari).

A seguire gli interventi dei rappresentanti delle associazioni di categoria; industrie di trasformazione, sementiere, agrochimiche, ricercatori, tecnici ed imprenditori agricoli.

Conclusioni a cura di Giuseppe Alonzo, presidente del CRA Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here