CartOrange: in programma un viaggio nel tempo sulle orme dell’imperatore Tiberio

0
340

Le antiche rovine romane riprendono forma grazie alla macchina del tempo di CartOrange, che si mette in moto per ripercorrere la vita di Tiberio, uno dei personaggio più enigmatici e contraddittori della Roma imperiale. Dal 21 al 24 giugno è in programma il tour dei Viaggi nel Tempo “Sulle orme dell’imperatore Tiberio”, che accompagnerà i viaggiatori in alcuni dei luoghi più significativi nella sua esistenza, tra Lazio e Campania, tra gli splendidi paesaggi partenopei.

«L’itinerario ci farà conoscere una personalità fra le più contraddittorie della Roma antica, dandoci l’occasione per visitare luoghi suggestivi e paesaggi mozzafiato – spiega Roberta Braga, responsabile Turismo di CartOrange -. Il tour si articola in quattro giorni, da trascorrere in compagnia di un archeologo del mondo romano, che aiuterà a delineare i tratti di un personaggio unico attraverso le testimonianze del passato. Seguendo le vicende della vita dell’imperatore abbiamo organizzato un tour al di fuori dei circuiti tradizionali, fra ville antiche, resti sommersi, grotte e ninfei, da Capri a Sperlonga. Senza dimenticare le delizie della cucina campana che aggiungeranno al percorso la dimensione del gusto».

Il viaggio consentirà di visitare le dimore dove Tiberio amava rifugiarsi lontano dalla vita frenetica di Roma, in particolare a Sperlonga e Capri, scoprendo alcune tra le sue splendide dimore in uno degli scenari più suggestivi al mondo.

La formula dei Viaggi nel Tempo di CartOrange prevede una lezione preparatoria dal titolo “Tiberio, colui che non voleva essere imperatore”, che i partecipanti potranno seguire da casa via internet. Un archeologo specialista del mondo romano introdurrà i viaggiatori alla vita di Tiberio, ripercorrendone le imprese militari, i suoi rapporti con la madre Livia Drusilla e il padre adottivo Augusto e la sua fuga lontano da Roma.

 

Il suo ritratto è quello di uomo enigmatico, pieno di debolezze che gli valsero la condanna di storici come Tacito e Svetonio, ma che oggi viene rivalutato come politico abile e illuminato. Una preparazione che proseguirà poi durante il viaggio, grazie alla compagnia dell’archeologo che sarà presente per spiegare e contestualizzare ogni dettaglio.

Il viaggio. La partenza è prevista da Roma o Bologna il 21 giugno alla volta di Capri per visitare, il giorno seguente, le meraviglie dell’isola in cui ancora oggi si avverte la presenza dell’imperatore.

Si comincia da Villa Jovis, la più grande tra le ville imperiali dell’isola, situata in una posizione panoramica sul Golfo di Napoli. Si proseguirà quindi visitando anche altre importanti dimore, raggiungibili a piedi e in barca: Villa di Palazzo a Mare, Villa Damecuta e i Bagni di Tiberio.

Sarà possibile visitare poi uno dei simboli di Capri, la celeberrima Grotta Azzurra, frequentata già dall’epoca romana, e anche vedere i resti sommersi della Villa di Pollione.

Il 23 giugno si torna sulla terraferma per visitare la Grotta di Seiano, un’imponente galleria sotterranea risistemata dal prefetto di Tiberio, e alla Villa di Lucullo, per rivivere gli ultimi momenti della vita di Tiberio che qui morì. Il 24 giugno visita alla Villa di Tiberio a Sperlonga, con la sua grotta-ninfeo dove furono scoperti i gruppi scultorei di Scilla e dell’accecamento di Polifemo oggi conservati nell’attiguo Museo Archeologico. Rientro a Roma o Bologna in serata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here