Altri tre prodotti Made in Italy verso la Denominazione Dalla Lombardia alla Puglia

0
261

Pubblicate sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea altre tre domande di registrazione delle denominazione di qualità per lo “Squacquerone di Romagna”, per il “Nostrano Valtrompia” e per l’“Uva di Puglia”. A seguito della pubblicazione in G.U., avvenuta il 15 ottobre, bisognerà attendere sei mesi – il tempo per permettere agli altri Stati membri di presentare eventuali domande di opposizione – per ottenere ufficialmente il marchio di qualità.

Lo “Squacquerone di Romagna DOP” è un formaggio a pasta molle e a maturazione rapida, prodotto con latte vaccino, nell’area geografica che comprende le province di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini, Bologna e parte del territorio di quella di Ferrara.

Il “Nostrano Valtrompia DOP” è un formaggio semigrasso a pasta extra dura, prodotto con latte crudo con l’aggiunta di zafferano. La zona di produzione e di stagionatura è compresa tra i Comuni della provincia di Brescia ricadenti nella Valle Trompia.

L’IGP “Uva di Puglia” è riservata all’uva da tavola delle varietà Italia b., Victoria b., regina b., Michele Palieri n., Red Globe rs. È prodotta nella zona che comprende tutti i territori dei Comuni delle province di Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Taranto e Lecce posti al di sotto dei 330 metri sul livello del mare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here