Adottate un frutto dimenticato. Un’asta da non perdere in nome delle mele d’una volta!

0
302

BAGNOLI IRPINO (AV). Chi, soprattutto tra le persone meno giovani, non ricorda il gusto della frutta che si produceva nelle nostre campagne? Anni fa, le mele che mangiavamo non erano quelle che oggi troviamo dal fruttivendolo. Mangiavamo piuttosto la mela limoncella, la chianedda, la capo di ciuccio, la sergente e la gentile. Con l’intenzione di non far perdere alcune varietà di eccellente frutta del nostro territorio, il Comune di Bagnoli Irpino ha recuperato, tramite un vivaista, tutte le piante di melo delle varietà innanzi dette per assegnarle a chi parteciperà all’asta di beneficenza in loro onore. Al momento sono disponibili:

 

n. 20 piante di mela limoncella;

 

n. 15 piante di mela chianedda;

 

n. 15 piante di mela capo di ciuccio.

 

Sabato 22 alle ore 20:00 e domenica 23 ottobre alle ore 12:00, durante la manifestazione “Aspettando la Sagra” anteprima della 34^ Mostra Mercato del Tartufo nero di Bagnoli, le suddette piante saranno disponibili ad un prezzo base di € 8,80 ciascuna, corrispondente al costo sostenuto allo scopo dal Comune.

 

L’Asta si svolgerà in Piazza Leonardo Di Capua. Le modalità di svolgimento della stessa saranno

 

riportate su un manifesto collocato presso il banchetto di bando che sarà allestito allo scopo. Quanti hanno a cuore il recupero dei prodotti tipici della nostra Irpinia sono pregati di contribuire attivamente alla diffusione di questo annuncio e alla buona riuscita della manifestazione. Le somme incassate dall’iniziativa saranno devolute ad un’Associazione che svolge attività di beneficenza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here