Nona Assise Nazionale Città della Nocciola. 2010: Anno del Piano Corilicolo Nazionale

0
242

GIFFONI SEI CASALI (SA). Conto alla rovescia per la nona edizione dell’Assise Nazionale Città della Nocciola. Il 17 settembre a Lauro (AV) ed il 18 e 19 settembre a Giffoni Sei Casali (SA) si riaccenderanno i riflettori su un prodotto di eccellenza che trova nel nostro Bel Paese luogo ideale per diverse ed ottime varietà corilicole.

Tanti appuntamenti per riflettere sul settore assieme a tecnici ed esperti, ma anche numerosi momenti di festa in cui il gusto e la gastronomia saranno i protagonisti.

Un panel ufficiale d’assaggio, un educational tour, laboratori, un concorso enogastronomico ed uno fotografico…ed ancora un imperdibile matrimonio!

ALCUNI IMPORTANTI DATI. Il nocciolo (Corylus avellana L.) rappresenta una coltura di interesse rilevante nel panorama agricolo nazionale, per la produzione annuale di circa 110.000 tonnellate che fa dell’Italia il secondo produttore mondiale di nocciole dopo la Turchia.

La coltivazione del nocciolo in Italia interessa principalmente le aree collinari di quattro regioni: Campania, Lazio, Piemonte e Sicilia.

Prendendo in considerazione gli areali tipici della produzione corilicola, oltre il 77% delle superfici investite a noccioleto è concentrato in 5 province: Viterbo, Messina, Avellino, Cuneo e Napoli. Fino al 92% aggiungendo le province di Asti, Roma, Caserta, Salerno e Catania. La situazione italiana è contraddistinta da una notevole eterogeneità ed i problemi non sono sempre gli stessi da regione a regione. Il filo rosso che unisce le diverse realtà corilicole ha riguardato sino ad oggi due aspetti:

– aver saputo garantire, in aree collinari talvolta considerate marginali, buoni margini di reddito per i produttori;

– aver evitato l’abbandono di questi territori e le relative conseguenze in termini di dissesto idrogeologico ed ambientale.

(***fonte: Piano corilicolo 2010/2012 del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali)

CONSIDERAZIONI. “Oggi, sempre di più, i consumatori attenti sia italiani che stranieri, si recano nei luoghi di produzione della Nocciola Italiana, prodotto unico e irriproducibile che già da qualche anno si confronta con i prodotti di importazione talvolta di dubbia provenienza.

Il valore aggiunto della Nocciola Italiana è l’orgoglio delle Comunità Locali che da secoli, se non da millenni, si dedicano a questa produzione che ha caratterizzato luoghi e paesaggi mozzafiato, dalle Langhe ai Picentini, dai Nebrodi ai Monti Cimini solo per fare alcuni esempi di quei “luoghi” impegnati all’affermazione della qualità agroalimentare ed  ambientale. Il 2010 conferma da un lato la forte attrattività dei territori della Nocciola Italiana, ma dall’altro le serie difficoltà per gli operatori della filiera e, in particolar modo, per i contadini, custodi di un prodotto di elevato pregio.

E’ questo l’anno del Piano Corilicolo Nazionale al quale l’Associazione Nazionale Città della Nocciola, con tanti partners istituzionali e della filiera, ha dato un contributo importante nei lavori del Tavolo Corilicolo Nazionale, affermando, quindi, la necessità e l’inderogabilità di una politica e di una governance per la Nocciola Italiana”, spiega Rosario D’Acunto, presidente dell’Associazione Nazionale Città della Nocciola.

CONCORSO ENOGASTRONOMICO CASALI E SAPORI (18 SETTEMBRE, ORE 18.30).

La Condotta Slow Food dei Picentini e l’Associazione Nazionale Città della Nocciola ha indetto un concorso gastronomico in onore della nocciola italiana.

Il Concorso ha lo scopo di risvegliare l’interesse di consumatori, ristoratori, gastronomi, pasticcieri, cuochi non professionisti e appassionati di cucina verso un singolo prodotto d’eccellenza, in linea con la filosofia Slow Food che promuove un cibo “ Buono, Pulito e Giusto” e l’impegno di Associazione Nazionale Città della Nocciola per la qualità del cibo.

In particolare questa 1° edizione del Premio “Casali e Sapori” intende valorizzare la Nocciola Italiana, essendo l’Italia l’unico paese produttore che vanta 3 nocciole a marchio europeo. La competizione, finalizzata sia al recupero di ricette tradizionali, quanto all’elaborazione creativa, garantirà che le migliori espressioni in gara saranno oggetto di diffusione attraverso la pubblicazione di una guida.

MATRIMONIO DI CIOCCOLATO E NOCCIOLA (19 SETTEMBRE, ORE 12).

Domenica, nel Municipio di Giffoni Sei Casali, si celebreranno le nozze del Cioccolato di Qualità e della Nocciola Italiana. Un momento per celebrare un’unione golosamente riuscita che si rinnova di anno in anno in nome della qualità dei prodotti utilizzati.

Ma ad un evento di questo tipo non può non far seguito una grande festa: alle ore 18.30 i neo-sposi taglieranno la NoccioTorta nuziale ed accoglieranno amici e nocciogolosi. Tutte le prelibatezze sono fatte con nocciole DOP e IGP dei soci del Club Amici della Nocciola e delle Associazioni di  Produttori di Nocciola Romana DOP, Nocciola Giffoni IGP, Nocciola Piemonte IGP, Nocciola Avellino e Nolano, Nocciola Calabria, Nocciole dei Nebrodi e delle Madonie.

APPROFONDIMENTI:

–           17 settembre, ore 16.30 (Collegiata di Santa Maria Maddalena di Lauro)

“La Nocciola Italiana: produzione e valorizzazione”

–           18 settembre, ore 11 (Sala Convegni – Municipio di Giffoni Sei Casali)

“Associazione Comuni della Nocciola: Piano Corilicolo Nazionale 2010-2012. Riflessioni e proposte”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here