A San Valentino Torio, paese dell’Agro-Nocerino Sarnese, a Nord della provincia di Salerno, nel giorno del santo la tradizione vuole che si preparino polpette di carote.

Si tratta di carote locali, coltivate da sempre negli orti familiari, con delle peculiarità: sono particolarmente nodose e un po’ pelosette.

La ricetta tradizionale prevede il solo utilizzo del pane, ma l’introduzione della carne di maiale le rende certamente più golose.

La ricetta delle polpette di carote

Ingredienti
300 g di pastenache di San Valentino (carote dell’agro nocerino-sarnese)
300 g di maiale macinato a punta di coltello
500 g di pane raffermo di Piedimonte (frazione di Nocera Inferiore)
500 g di Pecorino Romano grattugiato
3 uova di Filina
olio evo Colline Salernitane q.b.
sale marino integrale q.b.
quattro pepi q.b.
acqua di fonte q.b.

Procedimento

Lavare le pastenache, grattugiarle e porle in una pirofila.

Mettere in ammollo il pane raffermo in acqua di fonte fredda.

Scolarlo e porlo in una pirofila, cominciando ad aggiungere tutti gli ingredienti, lasciando per ultime le carote. Coprire la pirofila con una pellicola e porre in frigo per 15 minuti circa.

Tirare fuori l’impasto ed iniziare a realizzare le polpette.

Porle su una teglia con carta forno, riporle in frigo ed attendere altri 15 minuti.

Preparare l’olio caldo a 180 C° e  friggerle. Servirle calde.

Lorenzo Principe

Luna Galante, Nocera Superiore (SA)

www.lunagalante.it

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here