VINOIl suggestivo scenario di Sant’Agata dei Goti (Benevento) è pronto per ospitare ‘Falanghina Felix’, la rassegna regionale dedicata ai vini ottenuti da uva falanghina. L’evento, in programma sabato 28 e domenica 29 settembre, raggiunge la sua dodicesima edizione ed è organizzato dalla Camera di Commercio di Benevento, tramite la propria Azienda Speciale Valisannio, con la compartecipazione di Provincia di Benevento, Comune di Sant’Agata dei Goti e Regione Campania-Stapa Cepica Benevento.
Nata con l’obiettivo di promuovere la conoscenza delle specifiche peculiarità produttive del sistema vitivinicolo campano, oggi ‘Falanghina Felix’ vuole essere un momento di interazione tra i diversi attori e proporre un’occasione per sviluppare opportunità e relazioni con i principali mercati del vino di qualità.

Per quel che concerne la due giorni santagatese, sarà come al solito il suggestivo chiostro di palazzo San Francesco ad ospitare i banchi di assaggio con le etichette delle trentacinque aziende che partecipano alla rassegna.

Nella sala consiliare del palazzo comunale sarà poi allestito lo spazio per le degustazioni professionali. I vicoli del centro storico, invece, saranno animati dal ‘Mercato della Falanghina‘. Altra rilevante novità dell’edizione 2013 è rappresentata dalla proposta ‘La mia Falanghina‘, due incontri di degustazione aperti al pubblico e condotti da wine blogger e giornalisti, che racconteranno il loro vino falanghina.
Infine la conferma del ‘Premio Falanghina Felix‘, che quest’anno giunge alla terza edizione, nato per segnalare e sostenere attori del mondo del vino campano che promuovono la conoscenza o difendono il patrimonio della vitivinicoltura regionale.
“Quest’anno l’importante rassegna di ‘Falanghina Felix’ – dichiara Gennaro Masiello, presidente della Camera di Commercio di Benevento – si presenta con una formula ancora più stuzzicante e interessante. La novità di rilievo è rappresentata dall’importante giornata che essa vivrà nel capoluogo, con il focus ed il wine tasting dedicato agli operatori del settore. Tra questi non mancheranno i protagonisti dell’alta ristorazione campana, che resta uno dei canali importanti, se non il più importante, anche per stimolare il circolo virtuoso ‘vino-territorio-turismo’. L’altro obiettivo che la rassegna non perde di vista – conclude Masiello – è quello di evidenziare il ruolo della viticoltura nei confronti della sostenibilità, mettendo in luce la naturalità dei vini da uve falanghina”.

Per ulteriori informazioni sul programma e i contenuti della rassegna si può consultare il sito www.falanghinafelix.it

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here