Scoprendo Cusano Mutri: tra la Sagra dei Funghi e le Gole di Caccaviola

0
380

CUSANO MUTRI (BN). Dopo il primo week-end segnato da giornate di bel tempo a Cusano Mutri si attende il ricco programma che caratterizzerà anche questo fine settimana, animato dalla “Sagra dei funghi”, rassegna che giunge alla trentatreesima edizione.

 

La manifestazione è organizzata dal Comune di Cusano Mutri, con il sostegno della Regione Campania, della Provincia di Benevento, dell’Ente Provinciale per il Turismo di Benevento, della Camera di Commercio di Benevento e della Comunità montana Titerno-Alto Tammaro e con la collaborazione delle Pro Loco Cusanese e di Civitella Licinio e del locale Forum dei giovani.

 

Da segnalare che la giornata di venerdì 23 settembre offrirà un appuntamento culturale di estremo interesse, con la presentazione del libro ‘Le edicole votive in maiolica policroma di Cusano Mutri. Aspetti del Divino nella religiosità popolare’.

 

Il volume sarà presentato nel pomeriggio, alle ore 18, nella cornice della sala consiliare. All’incontro parteciperanno gli autori Vito Antonio Maturo, Carmela Matarazzo e Luigi Di Cosmo. Dopo i saluti del sindaco Pasquale Frongillo nell’ambito del dibattito, moderato dal giornalista Billy Nuzzolillo, si registreranno le relazioni del vice parroco cusanese don Donatello Camilli e dello storico monsignor Nicola Vigliotti. 

 

A completare l’offerta collaterale della giornata ci sarà in serata il concerto dei ‘Trementisti – 96% musica popolare’, band originalissima, capace di coinvolgere il pubblico con un repertorio che trae la sua forza dalla tradizione popolare campana e sannita in particolare.

 

Per quel che concerne la giornata di sabato 24, nel pomeriggio, alle ore 17, l’esibizione di judo di Nicolangelo Fetto, 6° Dan, in serata ad allietare i turisti ci penserà la musica di ‘The Baron’. Particolarmente animato si prospetta il pomeriggio di domenica 25, quando alle 17 prenderà il via l’esibizione  della scuola Tesolina Dance “S”, mentre le stradine del centro storico saranno allietate dalla musica itinerante proposta dal gruppo folk ‘Terra Mia’.

 

Oltre agli spettacoli, il programma collaterale si segnala per la ricca offerta di mostre. Anche durante questo week-end, girando tra le sale di palazzo Santagata si potranno visitare le mostre sull’Infiorata (allestita dalla Pro Loco Cusanese) e quella di icone bizantine dal titolo ‘L’icona, arte, fede e cultura’ (allestita da Maria Cristina Piccirillo).

 

Nella sala consiliare la Pro Loco Cusanese ha allestito, invece, la mostra di santini ‘Patrimonio di fede, storia e cultura. La vita è il culto di Maria Santissima’. A completare l’offerta i due spazi artistici curatii dal locale Forum dei giovani, che propone le mostre ‘Giovani al cubo’ e ‘You Q’, allestita nei vicoli del centro storico. Dal contenuto prettamente naturalistico è invece la mostra dei funghi veri del Matese che si potrà ammirare nella centralissima piazza Orticelli.

 

A rendere unica l’offerta della ‘Sagra dei funghi’ sono come sempre le escursioni organizzate per poter ammirare da vicino la ricchezza dell’affascinante territorio matesino. I turisti, passeggiando nella tranquillità dei boschi, potranno ammirare ambienti di grande suggestività, come le caratteristiche Forre di Lavello disegnate dal corso d’acqua del Titerno, le dismesse miniere di bauxite ed il monte Calvario. Per i più audaci sono da segnalare i percorsi avventura tra le gole di Caccaviola e del Salto dell’orso. Ed ancora trekking a cavallo, tour tra i boschi in quad e la visita al Parco geopaleontologico di Pietraroja. 

 

Per coloro che invece non intendono allontanarsi dal centro del paese resta la ricca offerta di visite guidate alle bellissime chiese ed al Museo civico del territorio. Ma si potrà passeggiare anche liberamente tra i vicoli e le piazzette che si aprono tra le case in pietra, dove gli artigiani locali esporranno i loro lavori in pietra, legno e ferro battuto, insieme ai ricami tipici eseguiti dalle signore più anziane.

 

Il tutto farà da contorno al piatto forte della ‘Sagra’, come al solito rappresentato dalla gastronomia. I turisti potranno ristorarsi presso gli stand allestiti in piazza Orticelli, degustando i piatti a base di funghi preparati da diversi ristoratori del comprensorio titernino.

 

Oltre ai funghi l’offerta si completa con le carni degli allevamenti cusanese, i formaggi vaccini e pecorini ed i salumi locali. E per chi non può resistere alla pizza, ce ne saranno di tutti i gusti, a cominciare da quelle con funghi porcini, cotte nei forni a legna allestiti in piazza per l’occasione della ‘Sagra’. Le tipicità gastronomiche locali si potranno ammirare ed acquistare lungo il mercatino che anima le viuzze e le piazzette del centro storico. Per ulteriori informazioni si può visionare il sito del Comune, all’indirizzo www.comunecusanomutri.it.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here