Premio Piennolo d’Oro. Per partecipare c’è tempo fino al 20 dicembre

0
273

NAPOLI. A febbraio si terrà – come di consueto – il Premio di Gastronomia Nazionale “Piennolo d’Oro”, ecco perché da pochi giorni è possibile consultare il regolamento per il 2011 e richiedere la possibilità di parteciparvi. Il concorso è aperto a tutti gli chef e ristoratori d’Italia.

 

Riportiamo di seguito il REGOLAMENTO per tutti coloro fossero interessati a partecipare:

Il premio Piennolo d’Oro dedicato alla gastronomia Campana è un concorso Nazionale, rivolto agli Chef/Ristoratori di tutta Italia, cresce, in termini di consenso popolare, di anno in anno, lo testimonia sia la segnalazione sulla rivista leader del settore gastronomico “La Madia Travel Food” e relativo rapporto di collaborazione diretta con la sua direttrice Elsa Mazzolini, che il sostegno della Federazione Italiana Cuochi. Riferimenti questi indispensabili per la crescita di importanza del concorso stesso. Il premio consiste in una vera e propria gara fra cuochi che si svolge per intero sul territorio Campano. Gli chef si esibiscono proponendo un piatto di loro invenzione composto da prodotti tipici regionali e con l’obbligo dell’uso del comune ingrediente del Pomodorino del Piennolo del Vesuvio e Pasta di Gragnano.

 

REGOLAMENTO E CRITERI DI VALUTAZIONE

 

Art. 1 PREMESSA

 

Il presente documento costituisce il regolamento ufficiale della selezione Premio di Gastronomia Nazionale “Piennolo d’Oro “. L’atto dell’iscrizione al concorso implica una totale accettazione di questo regolamento da parte dei componenti di ciascuna squadra partecipante. 

 

Art. 2 CHEF CANDIDATI

 

Il concorso è aperto a tutti i chef/ristoratori, italiani, in possesso dei requisiti sotto elencati. I candidati devono:

 

§ avere nazionalità italiana;

 

§ avere almeno tre anni di esperienza lavorativa come chef, sous chef o chef di partita;

 

§ essere di età maggiore o pari a 23 anni.

 

La squadra deve essere composta da 2 persone: lo chef, un assistente di cucina.

 

Art. 3 SELEZIONE

 

Le candidature si accettano entro il 20 dicembre 2010.

 

Entro tale data dovranno pervenire alla segreteria organizzativa, tramite e-mail, (piennolodoro@gmail.com) i seguenti documenti:

 

§ Il modulo d’iscrizione (allegato A).

 

§ La ricetta del piatto.

 

Il Comitato Organizzatore selezionerà, sulla base della documentazione ricevuta, i candidati ritenuti idonei alla competizione. Gli chef prescelti si esibiranno  a Gragnano, presso il Premiato Pastificio Afeltra.

 

Art. 4 QUOTA DI ISCRIZIONE

 

Per accedere al concorso è necessario versare una quota di iscrizione di €.50,00  tramite bonifico bancario, o presso gli uffici del comitato Organizzatore.

 

Art. 5 MODALITA’ DI SVOLGIMENTO PREMIO

 

Le prove del concorso si svolgono in tre giornate ed hanno luogo all’interno delle cucine del Premiato Pastificio Afeltra in Gragnano (NA).

 

La gara prevede la preparazione di un piatto a base di pomodorino del piennolo del Vesuvio e pasta di Gragnano. Le postazioni di lavoro dei candidati che si esibiscono sono sorteggiate la mattina stessa del concorso. L’inizio delle prove ha luogo la mattina, alle ore 10.30. I candidati cominciano la loro prova a distanza di 10 minuti l’uno dall’altro. Il primo candidato presenta alla giuria le 10 porzioni, in 0:45 ore dopo l’inizio della prova.

 

Gli altri candidati presentano di seguito i loro piatti ogni 10 minuti.

 

Art. 6 IL TEMA

 

Il tema è: “Il Pomodorino del piennolo e la pasta di Gragnano” ,ogni cuoco/ristoratore dovrà presentare e realizzare un piatto caldo o freddo tra i cui ingredienti figurano i due elementi predominanti (pasta e pomodorini) e con l’aggiunta di qualche ingrediente tipico locale da rivalutare.  In oltre le pietanze saranno  accompagnate da un vino campano, scelto dallo chef al momento della gara, (l’abbinamento cibo vino non è oggetto di valutazione).

 

Art. 7 PRODOTTI

 

I pomodorini del piennolo del Vesuvio e la pasta di Gragnano, sono forniti dall’organizzazione. Tutti i prodotti necessari alla realizzazione delle ricette, eccetto quelli sopra indicati, devono invece essere portati dal candidato. Sono tassativamente proibiti i prodotti già preparati, eccetto: i fondi per le salse e le verdure crude pelate, pulite ma non tagliate. I candidati devono mostrare i loro prodotti ai commissari (sarà effettuato un controllo prima dell’inizio del concorso). Tutti i prodotti non autorizzati saranno immediatamente confiscati.

 

Il Comitato Organizzatore prenderà le misure necessarie in caso di mancato rispetto del regolamento. Nessuna marca potrà apparire all’interno della postazione dei candidati all’infuori di quelle indicate dall’organizzazione.

 

Art. 8 RICETTE

 

Alla segreteria organizzativa devono pervenire, entro il 20 dicembre 2010, le ricette dettagliate, la ricetta dovrà essere redatta per 4 porzioni, devono riportare:

 

§ Il titolo;

 

§ l’elenco degli ingredienti espressi in grammi e centilitri (limitare, per quanto possibile, la dicitura qb);

 

§ la descrizione del procedimento per ogni fase di preparazione (es: per la salsa, etc);

 

§ le tecniche di cottura;

 

L’organizzazione garantisce, fino all’esibizione del candidato, la riservatezza in merito alle ricette inviate. Le ricette saranno rese pubbliche dopo la competizione, nei modi e nei tempi che il Comitato Organizzatore riterrà più idonei. L’organizzazione garantisce che ogni forma di pubblicazione del piatto e/o della ricetta riporterà il nome dell’autore.

 

Indirizzo Comitato Organizzativo:

 

E-mail – piennolodoro@gmail.com

 

Web – www.vesuviamo.it

 

Mobile – 392 1840338

 

Art. 9 PIATTI

 

L’impiattamento avviene secondo le seguenti regole: n.5 porzioni per la giuria, n.1 porzione per esposizione e foto.

 

I piatti obbligatoriamente bianchi.

 

Dimensioni:

 

Piatto A – rotondo, 32 / 35 cm di diametro

 

Piatto B – rettangolare, 32 / 35 cm

 

Piatto C – ovale, 32 / 35 cm

 

Art. 10 MATERIALI E ATTREZZATURE

 

Ogni postazione di lavoro comprende una piastra di cottura, un piano di lavoro, un frigorifero, un lavello. Il concorrente può portare con sé solamente piccole attrezzature, specificandone la potenza elettrica in fase di presentazione delle ricette. Nello spazio riservato al materiale comune il concorrente ha a disposizione un abbattitore ed una macchina sottovuoto a campana.

 

Ogni domanda specifica riguardo al materiale dovrà essere fatta prima del concorso, direttamente al Comitato Organizzatore o agli Ispettori di Cucina.

 

Lo chef deve portare i propri attrezzi da cucina personali (coltelli, minipimer, cutter, bilancia, etc).  Durante la prova, saranno effettuati controlli da n.2 ispettori di cucina, i quali vigileranno su perfetto e regolare svolgimento del concorso.

 

La postazione di lavoro e i materiali devono essere restituiti puliti. I candidati non possono lasciare la loro postazione prima che l’ispettore l’abbia verificata.

 

Art. 11 ISPETTORI DI CUCINA

 

N. 2  controllori formano il Comitato di Sorveglianza della cucina. Saranno presenti nel back stage per controllare il materiale, i prodotti dei candidati e il corretto svolgimento del concorso. Gli ispettori osserveranno la metodologia, l’igiene ed il corretto utilizzo dei prodotti. Questa osservazione, che sarà valutata con un massimo di 20 punti, servirà a decretare il migliore in eventuali casi di ex aequo.

 

Art. 12 CRITERI DI VALUTAZIONE

 

 La giuria sarà composta da chef professionisti iscritti alla Federazione Italiana Cuochi e giornalisti enogastronomici locali e nazionali, ed esprimerà la valutazione in base ai principi dichiarati dalla stessa. Il giudizio della giuria sarà insindacabile. La stessa valuterà i piatti attendendosi ai seguenti criteri di valutazione.

 

    Mise-en-place e pulizia, punti 0 – 20

 

Capacità di organizzare il proprio lavoro, rispetto dei tempi di esecuzione, capacità di predisporre e riordinare le attrezzature; rispetto dei programmi e degli orari stabiliti; pulizia ed ordine durante le fase lavorative; efficacia delle tecniche impiegate.

 

           Preparazione professionale,  punti 0 – 20

 

Corretta manipolazione e conservazione degli alimenti, rispetto delle norme igieniche, corretta cottura degli alimenti

 

( carni, pesci, verdure ecc.) corretto uso delle grammature e delle porzioni, corretta impostazione della ricetta.

 

          Disposizione e presentazione  punti 0 – 20

 

Disposizione pulita e ordinata dei cibi nel piatto, senza guarnizioni artificiali, uso di tecniche di confezionamento efficaci che non comportino inutile perdita di tempo, uso di piatti e porcellane sobri ed adatti ad esaltare il cibo di essi contenuto.

 

          Aspetto estetico e sapore  punti 0 – 20

 

Aspetto estetico ed impatto cromatico piacevole ed elegante, sapore gradevole ed in armonia con il tipo di alimento impiegato, uso corretto dei condimenti.

 

Ovviamente il massimo punteggio raggiungibile sarà di 80 punti, che corrisponderà alla somma dei voti totali espressi da ogni giurato, diviso per il numero degli stessi.

 

Art. 13 CONTROLLI

I candidati non potranno né introdurre né far uscire alcun materiale, o derrata alimentare, dal loro box di cucina una volta iniziato il loro lavoro, eccetto i piatti di presentazione. L’uso di apparecchi fotografici e telefoni cellulari è severamente vietato durante tutta la competizione, pena la squalifica.

 

Art. 14 FOTO UFFICIALI E VESTIARIO

 

Il primo giorno del concorso sarà realizzata una foto ufficiale. La tenuta per lo chef e l’aiuto, è obbligatoria, costituita da: pantaloni neri, scarpe nere, giacca e grembiule bianco, il  cappello sarà fornito  dall’organizzazione. Questa tenuta è obbligatoria per tutta la durata del concorso e durante la consegna dei premi. Non dovrà apparire alcun logo sulle vesti ufficiali di cui sopra, se non quelli forniti direttamente dall’organizzazione.

 

Art. 15 GIURIA

 

Il Comitato Organizzatore nominerà un Presidente di Giuria. La Giuria è composta da cinque giurati.

 

Ogni giurato si impegna, accettando di partecipare alla Giuria, a prendere parte a tutte le degustazioni senza

 

riserva alcuna, comprese ragioni di salute o criteri filosofici. La Giuria avrà anche la possibilità, se lo desidera, di riunirsi in occasione delle sedute di votazione, su domanda del presidente di Giuria. L’uso di apparecchi fotografici e telefoni cellulari è severamente vietato durante le degustazioni.

 

Art. 16 CLASSIFICA E PREMI

 

           A ogni Chef partecipante riceverà un attestato di partecipazione e un trofeo in pietra lavica “Piennolo d’Oro”

 

           Ai cuochi che si saranno maggiormente distinti per l’impegno professionale, educazione e volontà verranno consegnati n. 7 premi speciali.

 

           Chef terzo classificato, premio in pietra lavica Piennolo d’Oro, set di coltelli professionali, abbonamento alla rivista “La madia Travel Food”.

 

           Chef secondo classificato premio in pietra lavica Piennolo d’Oro, una collana di libri professionali di cucina, abbonamento alla rivista “La madia Travel Food”.

 

           Chef primo classificato premio in pietra lavica Piennolo d’Oro, divisa professionale su misura, abbonamento alla rivista “La madia Travel Food”.

 

Art. 17 MODIFICHE REGOLAMENTO

 

Il Comitato Organizzatore si riserva il diritto di apportare qualsiasi modifica al regolamento, dettata dalle circostanze e/o da cause di forza maggiore e, allo stesso modo, di annullare il concorso. Le comunicazioni saranno tempestivamente fornite ai candidati.

 

Art. 18 DIRITTI D’IMMAGINE

 

Tutti i partecipanti al concorso (presidente, giurati, candidati, aiutanti, incaricati della promozione,etc) cedono tutti i diritti d’immagine alla società organizzatrice.

 

Art. 19 CONTESTAZIONE

 

Le decisioni della Giuria sono senza appello.

 

Art. 20 ALLEGATI

 

L’allegato costituisce parte integrante del presente regolamento:

 

A. Il modulo d’iscrizione.

 

Gli allegati, debitamente compilati, dovranno pervenire al Comitato Organizzatore insieme ai documenti specificati nell’articolo 3.

 

A cura dell’ Ente di Promozione Turistico Gastronomico

 

 VESUVIAMO

***per richiedere il modulo d’iscrizione basta scrivere all’indirizzo e-mail contenuta nel regolamento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here