Ingredienti per 4 persone:
1 polpo intero da circa 1 kg
200 gr patate
1 cucchiaino pimenton (in alternativa paprika forte)
4 peperoni piquillo
1/2 cipolla dorata
1 litro olio di girasole
Sale, pepe bianco e olio evo

Procedimento:
Pulire le patate e mezza cipolla, tagliare finemente e cuocere in un pentolino con un filo di olio evo, sale e pepe bianco. Aggiungere acqua a coprire e lasciar bollire per circa 20 minuti. Aggiungere un cucchiaino di pimenton e frullare fino ad ottenere una crema liscia.

Cuocere il polpo in abbondante acqua per circa 55 minuti e raffreddare. Tagliare ogni tentacolo in tre pezzi, friggere in olio di girasole per circa 2 minuti, scolare e ultimare la cottura sulla griglia per altri 2 minuti.

Versare due cucchiai di crema di patate sul fondo del piatto, adagiare sopra il polpo e i peperoni precedentemente tagliati a julienne.

La ricetta è dello chef Andrea Cutillo del ristorante “Particolare” di Milano

 

Particolare Milano

Talvolta è proprio un particolare a fare la differenza. Ogni luogo può essere “particolare” ma questa è la scommessa di un trio di soci con in comune la passione per la ristorazione: uno chef, Andrea Cutillo e il maitre e sommelier Luca Beretta.

Hanno creato la loro tana, che vuole essere un punto di accoglienza per tutti coloro che vogliono uscire e sentirsi a casa, che desidererebbero un cocktail ma forse anche una cena, che arrivano per un aperitivo post lavoro e si trovano in un giardino di oltre 100 mq nascosto a Porta Romana, in via Tiraboschi 5.

La cucina dello chef Andrea Cutillo

Una cucina creativa e mediterranea, un’attenta selezione di piccoli produttori e una forte attenzione a privilegiare l’;allevamento italiano ed etico, una filiera pulita di approvvigionamento degli ingredienti della cucina.

Una cucina che è senza fissa dimora, concreta e senza voli pindarici, ma di sostanza e d’effetto: tanti crudi, un salto in Spagna per la ricerca della carne più prelibata, qualche spunto dall’Asia.

Una carta dei vini selezionata privilegiando piccoli produttori come grandi realtà legate al territorio nazionale, tante bollicine e diversi vitigni autoctoni rendono la carta completa da nord a sud Italia senza annoiare anche il consumatore più esigente.

Ampia mescita anche in aperitivo che cambia di settimana in settimana in base ai piaceri del sommelier Luca Beretta. Il ristorante è totalmente plastic free, con asciugamani nei bagni riciclabili e una filosofia che si sostanzia nella lotta allo spreco dei rifiuti in cucina e al risparmio energetico (si avvale del fornitore elettrico Lifegate).

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here