MIA: segnalati tre prodotti irpini. I biscotti San Gerardo, lo snack Cuoredoro e la salsiccia di agnello per celiaci…

0
299

AVELLINO. Tre aziende dell’Irpinia presenti alla MIA – Mostra Internazionale dell’Alimentazione di Rimini con la collettiva promossa dalla Camera di Commercio di Avellino, sono state inserite nell’ “Innovation Book”, che raccoglie gusti, riti e tendenze del 2012. Una guida significativa ai prodotti presentati alla fiera di Rimini che maggiormente hanno colpito l’attenzione di una giuria di esperti che ne ha selezionato i migliori per ogni categoria (bar, ristorazione, ristorazione collettiva e GDO), esposti nell’Innovation Area in teche speciali.

Tra le venti imprese irpine del settore agroalimentare presenti sotto il marchio della Camera di Commercio di Avellino in un’area di 340 metri quadrati, sono stati selezionati quali “prodotti innovativi”:

i Biscotti San Gerardo dell’azienda Chiaravallo Massimo di Caposele (sezione “Ristorazione collettiva” e “GDO”), prodotto già inserito nell’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali da parte del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, segnalato per la sua “fragranza e friabilità, delizioso sapore di nocciola, la totale assenza di glutine, il rispetto della tradizione e il mantenimento degli antichi sapori”;

Cuoredoro” dell’azienda De Luca di Grottaminarda, snack dolce a base di torrone, segnalato nella sezione “Bar” per la sua “anima morbida costituita da un quadratino di pan di spagna imbevuto di liquore, circondata da un sottile strato di friabilissimo torre alle mandorle. Il tutto racchiuso in un guscio di cioccolato fondente belga”. Il prodotto viene inoltre segnalato per la totale artigianalità del processo produttivo;

la Salsiccia di Agnello per celiaci della ditta Sapori. E’ ottenuta con carne ovina e suina tagliata a pezzi a cui si aggiunge sale, pepe e aromi, il cui impasto viene insaccato in budella naturali e lasciato stagionare per circa 20-30 giorni, peso stagionato circa 100-150 grammi. Il prodotto viene segnalato (sezione “Ristorazione”, “Ristorazione collettiva” e “GDO”) per l’assenza di glutine e lattosio, che lo rendono idoneo per i consumatori affetti da celiachia.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here