Mercatino del Gusto. Dal 1° al 5 agosto un Salento da vivere e gustare

0
331

MAGLIE (LE). Danza, musica, laboratori, libri, vino e tanto buon cibo: da mercoledì 1 a domenica 5 agosto (dalle ore 20.00), si rinnova a Maglie, in provincia di Lecce, l’appuntamento con il “Mercatino del gusto”, organizzato dal Comitato “Mercatino del Gusto”, in collaborazione con l’Associazione Slow Food Puglia e il sostegno della Camera di Commercio di Lecce, del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, della Regione Puglia, della Provincia di Lecce, del Comune di Maglie e di aziende private.

Nonostante la crisi economica e i suoi effetti negativi che stanno penalizzando molte manifestazioni culturali, il Mercatino “resiste”, si rinnova e taglia il traguardo della tredicesima edizione.

Il Mercatino non è solo una rassegna enogastronomica ma è un’occasione per i numerosi visitatori di vivere in maniera differente la Puglia e le sue ricchezze, in un clima di gioia e di festa. La manifestazione prende il nome dalle oltre novanta bancarelle di espositori regionali dislocate fra cortili, giardini, piazze, vie e palazzi di Maglie. Il pubblico, curioso e attento, avrà l’opportunità di scoprire i prodotti della tradizione alimentare salentina e regionale, incontrando e parlando direttamente con casari, pastai, vignaioli, birrai e frantoiani.

Nella “Piazza del vino” si potranno degustare bianchi, rossi e rosati delle ventiquattro cantine selezionate, in quella “della birra artigianale” esporranno i micro birrifici pugliesi; nella “Via della gastronomia” sarà possibile trovare pasta, prodotti da forno, salumi, formaggi, conserve e altre specialità pugliesi. La “Via dell’olio extravergine di oliva” sarà dedicata all’oro verde prodotto dagli ulivi del Salento mentre la “Via dei dolci” sarà la meta degli appassionati di zucchero, crema, cioccolato e molto altro ancora; la frutta e la verdura del Mediterraneo saranno nella “Via dell’ortofrutta”, dove sarà allestito un piccolo mercato all’aperto; le antiche varietà recuperate invece, saranno nella “Via dei presìdi e comunità del cibo Slow Food” dove le aziende promuoveranno la qualità e la sostenibilità delle loro produzioni, spesso salvate dall’estinzione.

Le cene non si limiteranno ad essere un momento conviviale, ma permetteranno agli ospiti di scoprire la straordinaria ricchezza e la varietà culinaria della Puglia, senza doversi spostare da Maglie. Le eleganti “Cene in Villa” quest’anno vedranno la partecipazione di cinque chef (Vincenzo Elia di Tenuta Moreno Viverde Hotel, Gianluca Ferri e Nicola Maino di Masseria Barbera, Francesco Paldera di Villa Romanazzi Carducci, Pietro Zito di Antichi Sapori, Peppe Zullo e Antonio Robusto di “Peppe Zullo”) che proporranno la loro cucina sana e sostenibile, utilizzando i prodotti del proprio orto o di orti vicini; nelle informali “Piazze” si condivideranno i piatti della tradizione e del territorio oppure la pizza, fatta con i prodotti dei Presìdi e Comunità del Cibo presenti nel Mercatino. Per chi preferisce passeggiare per le strade della città degustando le tipicità gastronomiche pugliesi appuntamento con il Cibo di strada (bombette, focaccia barese, pezzetti e pipi russi, zampina murgiana e molto altro)

Esperti e produttori condurranno i curiosi e gli appassionati alla scoperta delle peculiarità di cibo, vino e birra nei Laboratori del gusto. Aneddoti, storie, informazioni scientifiche, note su tecniche di produzione, esperienze sensoriali consentono ai partecipanti di imparare a riconoscere le caratteristiche e la qualità dei prodotti in degustazione, accompagnati ogni sera alla scoperta di un prodotto diverso: Angelo Costantini, Michele Polignieri, Salvatore Taronno la norcineria pugliese; Alessandro Ciccolella, Marcello Longo, Salvatore Taronno guideranno i partecipanti alla scoperta dei prodotti puliti, buoni e giusti dei Présidi e delle Comunità del Cibo. Con Francesco Paolo Lauriola, Marcello Longo e Michele Polignieri ci si immergerà nelle fragranze delle paste e dei pani di Puglia mentre con Francesco Muci e Giovanni Resta si confronteranno il vino e la birra. Nell’ultima serata chiamata non a caso “Dulcis in fundo” con Emilia D’Urso, Antonio Muci e Giovanni Resta si degusteranno i dolci tipici della regione, dal biscotto cegliese alla cupeta salentina. Nei Laboratori della Birra Artigianale si può intraprendere un percorso alla scoperta dei microbirrifici pugliesi, realtà nuove in piena evoluzione con Marcello Longo, Antonio Muci, Francesco Muci, Michele Polignieri, Giuseppe Bramante, Francesco Paolo Lauriola, Enzo Cardone e Gaia Muci.

Anche i bambini saranno protagonisti di una serie di appuntamenti giocosi dove il divertimento si combina con lo sviluppo di una nuova sensibilità nei confronti del cibo quotidiano e delle tradizioni dimenticate. Nei laboratori Sapori in gioco e nelle Masserie Didattiche potranno imparare “facendo” a scoprire sapori, saperi e mestieri. Nel primo si alterneranno tre divertenti e imprevedibili artisti di strada. Nelle Masserie si potranno fare esperienze sensoriali, alla scoperta di profumi, sapori e sensazioni tattili (Masseria Lu Pirazzu di Galatina, Casa Porcara di Veglie, Santa Lucia di Alessano) oppure si potrà tessere la lana con un vero e proprio telaio (Triticum di Francavilla Fontana), impastare cavatelli, orecchiette e sagne ncannulate (Fatalò di Lizzanello) oppure focacce, taralli, pane e biscotti (Donna Clementina di Castellaneta Marina).

Le serate proseguono con la buona musica: dal jazz al soul, dal rock al balkan, quest’anno oltre ad accompagnare le cene e i dopocena, numerosi musicisti salentini si esibiranno nelle strade e nelle piazze. Infine le danze, con il ritmo incalzante della pizzica e delle tarantelle del sud Italia, con le danzatrici di Tarantarte, diretta da Maristella Martella.

Ogni sera doppio appuntamento con il “gustosofo” Michele Di Carlo che nello spazio Ermenegildo Zegna della boutique Giorgio Santese preparerà l’aperitivo a base di frutta e spumanti del territorio mentre, dopo cena, proporrà cocktail classici da degustare nel “salotto culturale” del mercatino, dove verranno presentati alcuni libri dedicati alla gastronomia, alla cucina e al territorio: le “1000 ricette di Puglia” di Lucia Lazari, la Bibbia della cucina pugliese, i “Menu di Puglia” dello chef Francesco Paldera; si parlerà di “Slow Food” con Geoff Andrews e di “Salento” presentato nella nuova guida edita dal Touring Club e Slow Food. A chiudere l’appuntamento con “Un sorso di cultura” è Marco Bolasco con un viaggio culinario nella’alta ristorazione italiana. Candido1859 realizzerà le simpatiche T-shirt in edizione limitata e in esclusiva per il Mercatino del Gusto, che rendono il dialetto salentino sempre più internazionale.

Martedì 31 luglio l’atrio del Liceo Capece ospiterà “Le Sponde nel piatto” un’anteprima del Mercatino, dedicata alla cucina del Mediterraneo, nell’ambito del festival Fineterra, che vedrà l’esibizione di tre cuochi provenienti da tre nazioni diverse del bacino.

Per info e prenotazioni Segreteria Organizzativa Mercatino del Gusto 380.1931680 – dalle ore 9.30 alle ore 14.00 info@mercatinodelgusto.it  oppure visitate il sito www.mercatinodelgusto.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here