LONDONConfesso che ho sempre avuto un debole per Londra, sarà che sono stata concepita proprio qui nel ’77, che è la capitale europea che ho visitato più spesso (ci sono stata 5 volte), sarà che la mia famiglia è sempre stata legata a questa città da quando molti fratelli di mio nonno paterno emigrarono in Inghilterra.

Mia zia trovò l’amore a Londra e ci vive da più di 40 anni, stessa sorte per mia sorella che ormai è cittadina londinese da 5 anni, quindi a Londra ho una zia, uno zio, un cugino sposato con prole, una sorella, un cognato, un nipotino e una nipotina in arrivo, più tanti cugini di mio padre e relativi figli, insomma a Londra c’è una colonia di Leo.

Lo stile British è nel mio dna, mi piace da morire, sono un’appassionata di the, colleziono tazze e teiere, persino il mio abito da sposa è di una stilista inglese. Passato, presente e futuro in un’unica città, la città dai tanti contrasti: conformismo e anticonformismo, frenetica e calma…

Londra è una città che offre tanto, che accoglie tutti, in cui non ci si annoia mai, Londra è unica.

«When a man is tired of London, he is tired of life, for there is in London all that life can afford! » (Samuel Johnson)

«Quando un uomo è stanco di Londra, è stanco della vita, perché a Londra c’è tutto ciò che la vita può offrire!»

Queste parole sono state scritte alla fine del 1700, già allora Londra rappresentava ciò che è oggi.

Consiglio a tutti di visitare Londra almeno una volta nella vita, perchè bisogna viverla per capirla, per assaporare lo stile di vita londinese bisogna osservarlo da vicino; viaggiare nella metro (Tube), percorrere le strade della City e vedere il classico inglese che si reca a lavoro con impermeabile, ombrello sotto braccio e bombetta, per poi fare un salto a Convent Garden e nel casino di Leicester Square; passeggiare per Regent street, mangiare dell’ottima cucina orientale nel quartiere di Soho o rilassarsi in uno dei tanti parchi in centro.

Cose da sapere prima di andare a Londra.

Documenti necessari: passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio

In valigia: a Londra il clima varia molto, in ogni caso che voi andiate in primavera, estate, autunno o inverno vi consiglio di mettere in valigia un ombrello, un impermeabile, scarpe comode perchè la città va visitata soprattutto a piedi e a Londra c’è da camminare tanto, un cappello.

Abbigliamento: a Londra non esiste il cambio di stagione, la gente si veste come vuole, spesso le donne non indossano le calze in inverno nemmeno sotto le gonne! Sono poche le persone che si vestono pesanti, anche in inverno vedrete pochi piumini e molti cappotti indossati, ovviamente sono abituati e non sono come noi (soprattutto al sud) che ci imbabbucchiamo; il consiglio che vi do è di vestirvi a cipolla perchè nei luoghi chiusi, metropolitana compresa, fa molto caldo.

La moneta e pagamenti: come ben sapete a Londra c’è la sterlina; la sterlina si divide in 100 pence. I tagli delle banconote sono da £ 5 fino a £ 50. Mentre le monete per esempio partono da £1 fino a a £2. Vi consiglio di girare con pochi contanti e utilizzare le carte di credito o una carta prepagata perchè ovunque accettano le carte anche per pagare solo una sterlina.

L’assistenza sanitaria in pronto soccorso sono generalmente gratuiti, poiché esistono degli accordi tra i Paesi dell’unione Europea. I documenti necessari per la pronta assistenza sono le carte sanitarie. Rilasciate dall’ ASL di cui appartenete. Ricordate in questo di portarle sempre con voi.

Londra-Piccadilly

Come spostarsi: Londra è una città cara, tra le cose che costano di più c’è la metropolitana (Tube), anche se costosa la metro a Londra è molto efficiente ed è sicuramente il modo più veloce per spostarvi; la metro dal lunedì al sabato apre alle 5,30 e chiude alle 0.30 mentre la domenica l’orario è dalle 7,00 alle 23,30.

Potete utilizzare gli autobus ma sono molto lenti, rischiereste di metterci 3 ore per arrivare in un posto raggiungibile in 10 minuti con la metro, sono comunque da provare per un tour turistico e vedute impareggiabili su quelli a due piani, anche se lenti sono più economici della metro. Gli autobus ci sono anche notturni.

I Taxi sono disponibili h24, i black cabs sono quelli che potete fermare per strada, i minicab sono quelli prenotabili.

Il Treno per le gite fuori porta come Windsor.

I Battelli per fare un tour sul Tamigi e spostarvi da una zona all’altra.

Io vi consiglio di utilizzare la metropolitana per raggiungere la zona da visitare, fare qualche giro in autobus ma camminare molto a piedi, la città va scoperta camminando.

Che voi vogliate usare metro o bus vi consiglio di farvi la Oyster card, una carta plastificata che ricaricherete e vi darà accesso a tutta la rete di trasporti, anche il battello.

Si acquista in qualsiasi stazione metro, sia allo sportello che con le macchinette, in contanti o con carta di credito; c’è una caparra di 5 sterline che vi verrà rimborsata insieme al credito residuo alla fine del vostro viaggio.

Vi consiglio di caricare sulla vostra Oyster card almeno 10 sterline al giorno, ad esempio io e mio marito per 4 giorni abbiamo caricato su 40 sterline, sì spostarsi a Londra è molto caro! La Oyster funziona così: passate la carta alla stazione di partenza e anche alla stazione di arrivo, dove visualizzerete il costo del viaggio e il residuo.

I Musei: tutti i musei nazionali a Londra sono gratuiti, National Gallery, British M., Tate modern…se da una parte questi musei sono gratuiti, il museo delle cere di Madame Tussaud è carissimo, l’ingresso costa 34£; oppure potete acquistare il pacchetto a 40£ Madame Tussaud + un’altra attrazione come London Eye, o l’acquario.

Quando siamo andati noi c’era anche l’opzione save up to a 23£ per Madame Tussaud + un’attrazione, cioè acquistare il biglietto oggi per un altro giorno, ma è praticamente stupido farlo in quanto solo di metro per andare e tornare due volte spendereste più di ciò che si risparmia.

Qualche chicca da sapere su Londra.
A Londra nei bagni degli alberghi ovviamente non troverete il bidet, come nella maggior parte delle città del nord Europa, ma un’altra curiosità è che sono poco usati i miscelatori di acqua per i rubinetti, troverete ancora l’erogatore di acqua fredda e quello di acqua calda, anche nei bagni dei musei e dei locali pubblici.

Mi raccomando quando usate le scale mobili, soprattutto in metropolitana, mettetevi sulla destra, in modo da lasciare lo spazio alla vostra sinistra per il passaggio.

I negozi sono sempre aperti, tranne il giorno di Natale in cui si ferma anche la metropolitana. La domenica chiudono prima.

Attenzione a quando attraversate la strada, dovete guardare nel senso opposto a come guardereste in Italia, vi ricordo che a Londra la guida è a destra.

Serena Leo
autrice del blog Dcomdonna.com

 

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here