Libando, viaggiare mangiando. Ai nastri di partenza la quarta edizione dedicata ai grani di Puglia

0
485

FOGGIALa quarta edizione di “Libando, viaggiare mangiando” – promossa dal Comune di Foggia, Assessorato alla cultura, in collaborazione con l’associazione Di terra di mare, l’impresa creativa Red Hot e Streetfood Italia – che si svolgerà dal 20 al 23 aprile 2017, è stata presentata alla stampa in una sala consiliare di Palazzo di Città, a Foggia, gremita di gente. Presenti difatti anche i produttori, gli sponsor, i ristoratori e tutti gli stakeholder della manifestazione.
A fare da filo conduttore durante le quattro giornate sarà il tema ‘Grani di Puglia’. Focus tematici si svilupperanno attorno ad una delle maggiori ricchezze di una terra definita spesso “Granaio d’Europa”.
«Il nostro grano è un patrimonio da valorizzare, da qui l’intenzione di inserire all’ingresso della città la denominazione “Città del Grano’”», ha affermato in apertura della conferenza il sindaco di Foggia Franco Landella che ha aggiunto: «Libando valorizza le nostre risorse ed è una grande opportunità per generare economia sul territorio. Per questo abbiamo voluto farne una occasione di efficace marketing territoriale, anche presentandolo alla Bit di Milano. L’evento, che ha fatto registrare lo scorso anno circa 100mila presenze, è atteso dalla città e non solo».
Ad illustrare le tante novità e il ricco programma della quarta edizione è stata l’ideatrice dell’evento e presidente dell’associazione “Di terra di mare” Ester Fracasso.
L’edizione 2017 si arricchisce di uno spazio fondamentale che è quello dedicato alle famiglie: “Libandino”. Un’area interamente per bambini con laboratori sulla panificazione, la lavorazione della pasta e i dolci, tenuti da esperti del settore. Non mancheranno seminari tematici con chef ed esperti del mondo del food, che esploreranno diversi argomenti utilizzando svariati ingredienti.
Come sempre ci saranno le master class: nove gli chef che racconteranno e cucineranno piatti che ruotano intorno al grano. Tra i presenti ci sarà Cristina Bowerman, chef donna dell’anno 2016 a Identità Golose, ha ricevuto nel 2009 le due forchette dal Gambero Rosso e nel 2010 la Stella Michelin.
Confermato lo spazio dedicato al cibo sociale con il progetto “Le Mamme dei Vicoli”, che vedrà le mamme del centro storico vestire i panni da chef mettendo a disposizione le loro conoscenze e abilità culinarie, preparando e facendo degustare i piatti poveri della tradizione.
Sarà presente, come sempre l’arte legata al cibo, sia con la mostra multimediale ‘Dal grano alla pasta’ – collegata al convegno sullo stesso tema – sia con la mostra “Spiriti di Vini” dell’artista Rosanna Giampaolo, sia con la collaborazione dell’Accademia delle Belle Arti di Foggia.
A “Libando” si esploreranno le nuove frontiere del cibo con la tavola rotonda dal titolo “Stappa, mangia e parla” che vedrà il confronto fra tecnici, chef, esperti, giornalisti e che sarà moderata da Luciano Pignataro, scrittore e giornalista enogastronomico.
Dal 20 al 23 aprile “Libando, viaggiare mangiando” vedrà a Foggia la presenza dei campioni mondiali della pizza. Infatti una delle piazze, che quest’anno sono diventate sei, sarà dedicata alla pizza napoletana.
libando5
“Con l’arrivo di “Libando” è tutta la città che si muove, i b&b sono pieni, c’è turismo e tutto è all’insegna della qualità, grazie anche all’adesione a Symbola siglata quest’anno”, ha ribadito Ester Fracasso.
Con la 4^ edizione si conferma e acquisisce maggiore rilievo l’appuntamento con gli incontri B2B, l’offerta dei prodotti enogastronomici di qualità a buyer provenienti da Irlanda, Estonia e Lituania. Un intervento concreto per fornire ai produttori locali uno strumento utile a proiettarsi sui mercati esteri.
Come sempre anche quest’anno non mancherà uno sguardo all’innovazione a sostegno delle start up nate sul territorio: “Toctocdoor”, ad esempio, il primo social network di quartiere che dopo aver conquistato l’attenzione e il coinvolgimento di utenti e partner torinesi, ha fatto ritorno a casa, aprendo la piattaforma agli utenti foggiani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here