IDEE green. Il pongo fatto in casa

0
891

pongo-fatto-in-casaA quante di voi è capitato di togliere l’impensabile dalla bocca del vostro bambino? Dalle pietre ai mozziconi di sigarette, lo confesso da piccola io avevo questa insana malattia!

Si sa i bimbi per “conoscere il mondo ” hanno l’abitudine di assaporarlo… E quindi quando giocano facciamo sempre molta attenzione che il giochino non possa essere ingerito e/o risultare dannoso nel caso ahimè la cosa dovesse accadere…

Ecco allora che è nata l’idea di creare la plastilina “naturale” fatta in casa e che anche se ingerita non fa male!

Un modo per passare il pomeriggio insieme al proprio bambino, in modo divertente, creativo e … naturale. 😀

Una pasta simil Didò, con la quale giocare e divertirsi, facendo correre la fantasia e la creatività.

Ma vediamo quindi subito gli ingredienti necessari per preparare il pongo fatta in casa, partendo da ingredienti che di sicuro non mancano mai in dispensa:

RICETTA NORMALE

farina bianca = 2 bicchieri
sale fino = 1 bicchiere
acqua tiepida = 2 bicchieri
olio oliva (va sempre bene) = 2 cucchiai

FACOLTATIVI (da aggiungere ad entrambe le ricette):

cremor tartaro (un agente lievitante, che si trova nei supermercati, in genere nel reparto dolci) = 2 cucchiaini
coloranti alimentari liquidi a piacere;
guanti in lattice o plastica.

RICETTA GLUTEN-FREE

farina di riso = mezza tazza
amido di mais mezza tazza
sale fino = mezza tazza
succo di limone filtrato = 2 cucchiai
olio oliva = 1 cucchiaio

PROCEDIMENTO:

Amalgamare bene tutti gli ingredienti direttamente in una pentola antiaderente con l’aiuto di un cucchiaio di legno.
Mettere la pentola sul fuoco mescolando regolarmente.
Nel giro di pochi minuti l’impasto inizierà a staccarsi dai bordi.
A questo punto spegnere il fuoco e rovesciare l’impasto su un ripiano.
Lasciarlo intiepidire e poi lavorarlo con le mani per renderlo liscio e uniforme.
Create quindi tante palline, quanti colori si vogliono ottenere e indossare un paio di guanti di lattice (o per lavare i piatti) e mettete qualche goccia di colorante a piacere sulle palline di pongo, lavorandolo un pochino con le mani, per farla amalgamare bene il colore;
Avvolgere il pongo con della pellicola trasparente, metterlo in un contenitore chiuso ermeticamente e riporlo in frigo per almeno una notte prima di utilizzarlo.

CONSIGLI:

Non esagerate con il colorante o vi ritroverete impronte di manine per tutta casa.
Se l’impasto, dopo aver lasciato tutta una notte in frigo, dovesse risultare ancora umido, lavoratole con un po di farina.
Buon divertimento!

Sabina Giannatiempo
autrice del blog Parentesi Bio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here