Il pisello Centogiorni, divenuto Presidio Slow Food da qualche anno, è anche inserito nella lista dei Prodotti Tradizionali della Regione Campania.

I suoi baccelli tendono al verde chiaro, hanno una lunghezza di circa 8/12 centimetri con una media di semi a baccello che vanno dai 7 agli 8.

I fiori sono bianchi con una corolla particolarmente vistosa. Si semina in genere tra ottobre e novembre.

Coltivato nell’area vesuviana da almeno un secolo, il suo nome è legato alla durata media del ciclo produttivo. La raccolta va da marzo ai primi di maggio, periodo in cui è possibile dunque trovarli e consumarli freschi.

La responsabile dell’Associazione Produttori Pisello Centogiorni è Vera Verrone, disponibile ad essere contattata per ordini e consegne al 392.9479427

Frittatina di pasta con piselli Centogiorni

Ingredienti per 4 persone:
200 grammi di bucatini
1 cucchiaio di Pecorino grattugiato
3 cucchiai di piselli Centogiorni
1 cipolla
200 grammi di provola a cubetti
150 grammi di prosciutto cotto a dadini
1 cucchiaio di olio evo
besciamella q.b.
sale e pepe q.b.
semola ed acqua per la pastella q.b.
olio di semi di arachide per la frittura q.b.

Procedimento:
Lessate bene al dente i bucatini, scolateli e tagliateli grossolanamente. Precedentemente avrete preparato una besciamella abbastanza densa utilizzando del buon burro di panna di latte. Unire ai bucatini la besciamella valutando ad occhio la quantità, il composto deve risultare cremoso e sodo allo stesso tempo. Cuocere a fuoco basso per 10 minuti i piselli Centogiorni in un tegamino con coperchio, utilizzando un cucchiaio di olio extravergine di oliva e poca cipolla tagliata finemente.
Aggiungete il Pecorino grattugiato, la provola tagliata a cubetti, il prosciutto tagliato a cubetti, i piselli ben scolati e del pepe macinato. Lasciare riposare il composto in frigorifero per due ore. Stendere il tutto su di un foglio di carta oleata e tagliare con un tagliapasta dei dischi alti circa 6 centimetri e del diametro di 8-10 centimetri. Preparate con acqua fredda e semola una pastella densa nella quale passare uniformemente i dischi di pasta per poi friggerli in abbondante di arachide.

La ricetta è di Nicoletta Di Patre

chef e patron Pizzeria Magma (Alleanza Cuochi e Pizzaioli Slow Food)

c/o Piscina Sakura di Torre del Greco (NA)

081.18245652

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here