Dopo la pausa estiva Postrivoro apre a Klugmann e Bizzari, come d’abitudine giovani talentuosi

0
252

Una giovane chef di origini friulane e importante esponente dello sguarnito panorama femminile dell’alta cucina affiancata ad un giovane poeta che si autodefinisce “appassionato di alcol”. Antonia Klugmann e Riccardo Bizzarri sono la coppia proposta da Postrivoro, l’evento per gastropellegrini, per la ripresa dopo la pausa estiva. Appuntamento a Faenza nel chiostro medioevale del Rione Bianco (piazza Frà Sabba, 5) l’1 e 2 settembre per una cena e un pranzo con menù curato appositamente per i quaranta fortunati che riusciranno a prenotare il proprio posto.

Come spesso capita negli chef di talento la formazione di Antonia Klugmann ha radici piuttosto distanti dal percorso gastronomico: Antonia ha la maturità classica, un grande amore per lo sport e la fortuna di aver potuto coltivare da sempre le sue passioni. Antonia è nata in Friuli e in Friuli ha aperto il suo primo ristorante: L’Antico Foledor, col suo compagno Romano. Quest’esperienza le ha fruttato numerosi riconoscimenti da parte di stampa, guide e pubblico. Ora sta per partire per una nuova avventura, sempre in Friuli, animerà un Postrivoro per raccontarci cosa ha in mente per la sua nuova casa. La sua cucina si legherà al territorio che la ospita e alle sue memorie. Dopo essere stata ospite a Identità Golose 2012, Antonia fa parte da qualche mese del prestigioso circuito dei Jeunes Resterauters d’Europe che raccoglie i giovani chef più promettenti del continente.

Riccardo Bizzarri è nato a Sassuolo ed ha la passione per la poesia e le bevande alcoliche, con una propensione per la birra. Dopo aver vinto alcuni premi letterari ha pubblicato due anni fa la raccolta “Puzzle e altre poesie” per Romano Editore. Lavora per il ristorante “Fusorari” di Modena e non disdegna collaborazioni artistiche estemporanee.

Le attività sono riservate ai soci dell’associazione RAW Magna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here