Dal Sial di Parigi parte l’impulso per rilanciare le produzioni alimentari del Salernitano

0
234

La Camera di Commercio di Salerno, e per essa Intertrade, partecipa all’edizione 2012 del  Sial – Salone Internazionale dell’Alimentazione in programma a Parigi dal 21 al 25 ottobre.  Il Sial si svolge con cadenza biennale ed è un appuntamento fondamentale per le aziende del settore agroalimentare perché rappresenta una delle principali piattaforme di incontro del mercato mondiale per eccellenza.

L’Italia nel 2011 ha mantenuto il quinto posto nella classifica dei principali fornitori delle Francia di prodotti agroalimentari e quello transalpino è il secondo mercato di sbocco per le esportazioni italiane, subito dopo la Germania.

L’Azienda Speciale della Camera per l’Economia, rappresentata dal Presidente Vincenzo Galiano, ha condotto una efficace visita, approfondendo le relazioni internazionali attraverso incontri mirati agli stand italiani e, in particolare, della Campania meridionale ove numerosi sono stati i colloqui con importatori e distributori stranieri.  Si segnalano, in particolare, proficui contatti con operatori del nord Europa: dalla Germania alla Danimarca, dal Regno Unito alle Repubbliche Baltiche, senza trascurare il Centro e Medio Oriente, i Balcani e soprattutto il Mediterraneo.

Gli incontri hanno avuto una prospettiva a medio termine e non si esclude la possibilità di organizzare un’esposizione a livello internazionale dei prodotti della provincia di Salerno, sui quali da tempo si punta per migliorare il bilancio dei produttori. Ciò mediante incontri mirati da tenere sul nostro territorio con buyers esteri che potranno conoscere i luoghi d’origine delle produzioni nostrane.

“Il ruolo di Intertrade – afferma il presidente Vincenzo Galiano – non è solo quello di partecipare a saloni internazionali in affiancamento a ciò che gli uffici amministrativi dell’Ente curano da anni, ma è soprattutto richiamare l’attenzione degli importatori sui nostri prodotti d’eccellenza, che rappresentano il top del ‘canestro’ salernitano”. 

"Non a caso – dichiara il direttore di Intertrade Innocenzo Orlando – abbiamo fatto riprendere con una telecamera a nostro seguito gli stand che hanno particolarmente colpito sul piano architettonico e per il modo innovativo ed efficace di comunicare, da cui nascono opportunità di confronto per migliorare gli standard organizzativi. In proposito, alcune nazioni espositrici si sono mostrate disponibili a partecipare ad una iniziativa italiana per lanciare i prodotti salernitani”.

"Prendere a modello il Sial – afferma il presidente della Camera di Commercio di Salerno Guido Arzano – per affermare il principio che alle fiere non basta andarci, occorre che da queste esposizioni internazionali  si prenda spunto per rendere la programmazione efficace e tempestiva, soprattutto in armonia con gli eventi internazionali".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here