PATATE NOVELLE CAMPANELa patata novella campana è del tipo primaticcia, coltivata nell’Agro Nocerino-Sarnese, nell’Acerrano-Nolano, a Boscoreale e a Pompei.

E’ a pasta molto delicata e si presta per esser consumata fresca, infatti i tuberi vengono seminati a partire da gennaio sino a marzo, mentre la raccolta è tra maggio e giugno.

La forma del tubero è variabile a seconda dell’ambiente: può presentarsi tondeggiante, ovale, ellittica e claviforme, la buccia può avere un colore quasi giallo, oppure tendente al rosso o al viola. Gli occhi, o gemme, sono accentuati nella parte apicale e sono disposti lungo una linea a spirale.

La buccia è sottilissima, il sapore è dolce e infatti sono tipicamente primaverili, e devono esser raccolte prima che la buccia diventi dura. Si possono consumare in cucina sia con la buccia, lavandole accuratamente, sia senza, strofinandole solo con un panno. Vanno conservate per pochi giorni in frigorifero oppure in un luogo buio e fresco. Sono più ricche di acqua rispetto alla patata comune, quindi più adatte nella dieta a parità di peso: 100 gr di patate novelle forniscono solo 75 kcal, grazie all’amido in esse contenuto. Contengono diverse vitamine tra cui la PP, la C e il potassio.

L’Istituto Sperimentale per le Colture Industriali (Sezione di Battipaglia), svolge ogni anno in collaborazione con la Regione Campania e con gli operatori della “Borsa patata regionale”, delle indagini al fine di individuare le migliori varietà di patata da immettere sul mercato. Le varietà individuate sono: la Adora, Alcmaria, Aminca, Arielle, Berber, Carrera, Concurrent, Inova, Marine.

In Campania la patata novella è presente in svariate ricette, tra cui il gattò alla napoletana, accompagnato da fiordilatte e salame all’interno. Come contorno si consiglia una preparazione semplice ma di effetto, di cui si forniscono gli ingredienti:

Patate novelle al profumo di limoni
INGREDIENTI PER 6 PERSONE
1 Kg di patate novelle
8 limoni della Costiera Amalfitana
2 rametti di rosmarino
Pepe bianco
Sale
Olio EVO

Procedimento:

Pelate le patate, ottenete una superficie liscia e uniforme, quindi tagliatele nel senso della lunghezza a metà. Per far perdere l’amido, tuffatele in una terrina d’acqua fredda. Lavate bene i limoni, tagliateli a fettine utilizzando le parti più grosse e spremendo le restanti. Sciacquate le patate. Prendete una teglia e ungetela di olio, formate uno strato con le fette di limone, adagiandovi sopra le mezze patate, con il lato tagliato verso il basso. Cospargetele di citronette, preparata emulsionando il succo di limone filtrato con una quantità doppia di olio, del sale e un pizzico di pepe bianco. Profumate con aghi di rosmarino e mettete in forno preriscaldato a 180 °C per 45 minuti circa. Prima di servire, fate riposare il tutto qualche minuto.

Annamaria Parlato

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here