A Marrachiglia. Produzioni olivicole e mondo ristorativo: due mondi che si incontrano il 25 novembre

0
383

marrachigliaCASERTA. E’ stata presentata a Piana di Monteverna ‘A Marrachiglia, l’iniziativa, promossa da quattro Condotte Slow Food, Matese, Massico e Roccamonfina, Valle Telesina e Volturno, con la finalità di creare un legame tra produzioni olivicole locali e mondo della ristorazione.

Alla presentazione dell’evento ha partecipato Raffaele Sacchi, Professore di scienze e tecnologie alimentari all’Università Federico II, presso la facoltà di Agraria, che ha sottolineto l’importanza di “fare sistema”.

La ricerca in campo scientifico oggi mette a disposizione importanti strumenti di conoscenza, ha affermato il professore. Tali risultati unitamente alla tradizione vanno valorizzati da parte di tutti gli operatori dando ai ristoratori un’arma in più di consapevolezza. Da Gaetano Pascale, Presidente di Slow Food Campania, Agronomo e curatore della Guida agli Extravergini per Slow Food Editore, è venuto un messaggio di ottimismo.

Il Presidente di Slow Food Campania ha evidenziato come l’iniziativa si inserisca nel solco tracciato da Terra Madre, delle Alleanze e degli altri Progetti messi in campo dall’Associazione. L’evento, che si svolgerà il prossimo 25 novembre ad Alvignano nella suggestiva cornice di Villa Ortensia, avrà inizio alle ore 18,00 con un workshop su Produzioni olivicole e ristorazione di qualità riservato a ristoratori, produttori e stampa specializzata.
“Preparatorio all’approfondimento, hanno spiegato gli organizzatori, sarà un momento di raccolta dati attraverso un questionario che sarà sottoposto ai ristoratori delle quattro Condotte con la finalità di avere una fotografia quanto più possibile dettagliata riguardo l’utilizzo dell’olio extravergine nella ristorazione. L’indagine coinvolgerà ogni tipologia di ristoratore, fino ad arrivare se possibile alla ristorazione collettiva.”
Alle 20,30 avrà inizio la degustazione degli oli della campagna olearia 2014 e dei piatti realizzati da quattro cuochi, uno per ciascuna Condotta. La Condotta Matese sarà rappresentata dallo chef Gianluca Pelusi de “La locanda del nero” (Miralago Castello del Matese); la Condotta Massico e Roccamonfina dallo chef Pietro Balletta di “Al vecchio mulino” (Teano); la Condotta Valle Telesina dallo chef Dino Masella della “Trattoria Masella” (Cerreto Sannita); la Condotta Volturno dallo chef Lorenzo Pascarella de “A luna rossa” (Bellona).
Saranno presenti i produttori di: Azienda agricola Girardi di Francesco Girardi Sant’Angelo di Alife (cultivar Tonda e Frantoiana) Azienda agricola Cipriano di Benedetta Cipriano Piedimonte Matese (cultivar Tonda) per la Condotta Matese. Azienda agricola Badevisco di Franco Cassetta Sessa Aurunca (cultivar Itrana) e Azienda agricola Monte della Torre di Alberto e Antonio Marulli Francolise (olio EVO da cultivar locali) per la Condotta Massico e Roccamonfina Azienda agricola Capolino Perlingieri di Alexia Capolino Perlingieri Castelvenere (cultivar Ortice) e Cooperativa Olivicola del Titerno San Lorenzello (cultivar Racioppella) per la Condotta Valle telesina Azienda agricola Tutuni al monticello di Gaetano Cenname Vitulazio (cultivar Corniola) e Azienda agricola Fontana Lupo di Giovanni Petrazzuoli (cultivar Caiazzana) per la Condotta Volturno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here