TENDENZE. La cena al ristorante cede il passo all’apericena, più fast e più economica

0
523

APERICENAComplice la crisi economica e i tagli al budget della spesa, gli italiani cambiano le loro abitudini e le loro scelte. Cambiano le scelte alimentari “fuori casa” degli italiani. Addio ufficiale al ristorante per optare verso l’apericena, un aperitivo lungo che incontra anche il momento della cena.

Un momento che ha la capacità di legare le usanze locali, giocare col cibo e con la voglia di stare insieme. Secondo Coldiretti, questo nuovo modo di mangiare che sempre più diventa tendenza nel nostro paese, interessa, 2,5 milioni di cittadini.

Diversi, secondo l’associazione di categoria, i motivi che vanno anche ben oltre la tanto diffusa crisi economica. L’apericena favorisce la varietà di piatti e preparazioni, facendo leva sulla curiosità e la voglia di sperimentare, di assaggiare vari prodotti. E, come specifica  Coldiretti, ha un suo patrimonio alimentare nazionale: 4671 specialità, tra cui 244 di origine protetta e di indicazione geografica protetta; 517 vini di origine controllata e garantita e di indicazione geografica tipica. Molti locali tendono a personalizzare la loro offerta, con serate di degustazioni e di incontri con produttori e prodotti a KM 0.

Infine, l’aspetto più amato: lo stare insieme, in un’atmosfera informale, semplice e elegante al tempo stesso. L’apericena gioca proprio sulla voglia di stare insieme e di mangiare poco, saziarsi e farlo in allegria, da sempre i pilastri del mondo del cibo degli italiani.

Maria Rosaria Mandiello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here