In corso il 33° Congresso Mondiale della Vite e del Vino e l’8a Assemblea Generale dell’OIV

0
202

TBILISI (GEORGIA). Produzione sostenibile, impatto sulla salute dei consumatori, etichettatura dei prodotti biologici, biotecnologie e tecniche innovative in vigna ed in cantina. Sono soltanto alcuni dei temi che in questi giorni stanno affrontando esperti di tutto il mondo presenti al 33° Congresso Mondiale della Vite e del Vino e l’8° Assemblea Generale dell’OIV in programma dal 20 al 27 giugno 2010.

L’Organizzazione Internazionale della Vite e del Vino (OIV) rappresenta, a livello mondiale, l’unico ente scientifico e tecnico di riferimento per la vite e tutti i prodotti da essa derivati. L’OIV, ente inter-governativo, riunisce 43 Stati Membri. La sua missione consiste nell’armonizzare le norme vitivinicole internazionali, nel favorire le innovazioni scientifiche della filiera, nel rilevare e contribuire a risolvere, mediante le proprie raccomandazioni e previo consenso, qualsivoglia problematica relativa al settore vitivinicolo internazionale.

 

***Tbilisi è la capitale della Georgia. Il centro politico ed amministrativo, una delle più grandi città del Paese, situato sulla riva del fiume Mtkvari. La superficie della città è 726km2, a Tbilisi abitano circa 1.480.000 persone. Dal IV secolo la città multietnica e multinazionale era il posto di fermata principale per i viaggiatori e  i mercanti sul “Cammino di Seta” che collegava Europa e Asia. 

La struttura demografica della città  è policroma, storicamente Tbilisi è la patria delle persone di diverse culture, religione e provenienza etnica. Nonostante gli abitanti siano in maggior parte cristiani ortodossi georgiani, Tbilisi entra nel numero delle quelle poche città, dove la moschea e la sinagoga si trovano una accanto all’altra. Ulteriori info su www.oiv2010.ge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here