Da Bruxelles buone notizie per la Pizza STGPare sia salva!

0
267

La pizza napoletana Stg è salva. Le rassicurazioni arrivate da Bruxelles hanno fugato i timori di una sua sopravvivenza “limitata” fino al 2017, in virtù di una norma europea che prevede la soppressione di quelle “Specialità tradizionali garantite” che non hanno tutelato il proprio nome, ma solo la ricetta, com’è il caso della pizza napoletana.

Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, commentando le dichiarazioni del presidente della commissione Agricoltura del Parlamento europeo, Paolo De Castro, secondo cui il problema non riguarda i prodotti che hanno già ottenuto il riconoscimento Ue e intendono adeguarsi al nuovo regolamento qualità.

E’ un’ottima notizia per il Belpaese e per Napoli in particolare – spiega la Cia – sarebbe stato assurdo se, dopo una battaglia durata 10 anni per ottenere il marchio di qualità europeo, si fosse dovuto ricominciare tutto daccapo. La paura infatti era che l’Italia, per salvaguardare la denominazione Stg, avrebbe dovuto presentare una nuova domanda di registrazione all’Ue con l’aggiunta di un altro termine al solo nome di pizza napoletana, come ad esempio “pizza napoletana verace” o “pizza napoletana tradizionale”.

Ma le parole di De Castro ci fanno tirare un sospiro di sollievo, perché Bruxelles ha garantito che saranno valutate regole transitorie e una via preferenziale in sede di adeguamento per evitare la soppressione del marchio a chi l’Stg ce l’ha già. In questo modo si è scongiurato il rischio di scomparsa della pizza napoletana garantita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here