Consorzio Agrario Interprovinciale: il piano di rilancio sarà presentato il 14

0
263

ATRIPALDA (AV). “Consorzio Agrario: opportunità di rilancio per l’agricoltura”: è questo il titolo dell’incontro promosso dal Consorzio Agrario Interprovinciale di Salerno, Napoli e Avellino in programma lunedì 14 febbraio, alle ore 10.00, presso la sede di Atripalda (località Pianodardine) dell’organizzazione agricola.

Ricco il parterre di relatori. Ad aprire i lavori i saluti istituzionali di Edmondo Cirielli, presidente della Provincia di Salerno, Luigi Cesaro, presidente della Provincia di Napoli, Cosimo Sibilia, presidente della Provincia di Avellino, e Giovanni Tomo, Commissario liquidatore del Consorzio Agrario Interprovinciale, che effettuerà anche la relazione introduttiva. 

Seguiranno gli interventi di Mario Miano e Raffaele Coppola rispettivamente assessori all’Agricoltura della Province di Salerno ed Avellino.

Le conclusioni sono affidate a Vito Amendolara, assessore regionale all’Agricoltura, ed a Paolo Russo, presidente della Commissione Parlamentare Agricoltura. Modera il convegno Alfonso Ruffo, direttore del quotidiano economico ‘Il Denaro’.

Nel corso dell’incontro sarà illustrato il piano di rilancio aziendale autorizzato dal ministero dello Sviluppo Economico che dà ufficialmente il via libera, dal primo febbraio, alla riapertura dell’Ente consortile, dopo circa un anno dalla chiusura e dalla sostituzione del commissario liquidatore.

Il Consorzio, che abbraccia le tre province campane, rappresenta un’organizzazione di agricoltori costituiti in forma di società cooperativa che ha come scopo la fornitura di beni e servizi utili per l’attività imprenditoriale agricola o per la commercializzazione delle produzioni di settore.

L’ok ministeriale alla nuova ripresa industriale rimette, dunque, al centro la funzione del sodalizio agrario territoriale che propone significative innovazioni nella mission produttiva, individuando nuovi tipi di intervento ed ipotizzando l’impegno della struttura in settori diversificati, anche nell’ambito dell’area commerciale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here