Centomila amanti del peperoncino a…RIETI CUORE PICCANTE

0
328

RIETI. Oltre centomila presenze in soli quattro giorni hanno decretato il successo incredibile della I^ edizione di “Rieti Cuore Piccante”, Fiera Campionaria Mondiale del Peperoncino, che si è tenuta dal 21 al 24 luglio scorso.

La città di Rieti è stata al centro dell’attenzione nazionale ed internazionale, richiamando una quantità di turisti mai registrata in passato.

Quattro giorni segnati dal tutto esaurito nei numerosi spettacoli e nelle mostre allestite nel centro storico, dalle platee gremite nei convegni con prestigiose personalità del mondo della cultura, dell’informazione e della scienza, dal fiume interminabile di persone che fino a tarda notte, ogni giorno, hanno visitato l’esposizione al Palazzo Papale e gli stand dislocati nelle varie piazze.

Dei quattro giorni della prima edizione di “Rieti Cuore Piccante” rimarrà anche la soddisfazione degli operatori commerciali che hanno preso parte all’evento; la quasi totalità degli standisti ha infatti terminato le scorte, ringraziando Rieti e gli organizzatori per il successo dell’iniziativa e garantendo fin d’ora la propria partecipazione alle prossime edizione.

Basti pensare che proprio nella giornata conclusiva, ben cinque standisti hanno contattato l’organizzazione inoltrando richiesta di prenotazione per l’edizione 2012. Un evento grandioso che ha riscosso l’apprezzamento convinto delle amministrazioni locali e degli enti reatini che avevano scommesso sull’evento, vincendo dunque la sfida. Il ringraziamento degli organizzatori, a partire dall’Associazione Peperoncino a Rieti, va anche alle pochissime attività commerciali locali che responsabilmente hanno scelto di restare aperte nei giorni di festa.

Una festa di popolo, legata ad un prodotto così diffuso e amato dagli Italiani, conclusa domenica sera nel migliore dei modi, con una Piazza Mazzini stracolma in occasione del concerto dei “Cugini di Campagna”, presentato da Federico Quaranta e Tinto della trasmissione “Decanter” di Radio 2.

“Abbiamo frantumato il muro dell’ignoranza sul peperoncino” – ha affermato il socio fondatore dell’Accademia Italiana del Peperoncino e ideatore della manifestazione reatina, Prof. Guglielmo Rositani – “La manifestazione è stata un successo straordinario in relazione al numero di visitatori, ma anche dal punto di vista qualitativo grazie ai convegni e agli approfondimenti di livello che siamo riusciti ad organizzare. Abbiamo raggiunto uno dei nostri obiettivi, quello di sensibilizzare istituzioni ed operatori al fine di creare un mercato trasparente e ben regolato del peperoncino, il prodotto più consumato al mondo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here