Re Baldovino. Mimmo Esposito e il racconto di una buona cucina contemporanea

0
410

Più di 50 mila abitanti, una cittadina vivace e giovane (quest’anno festeggia i suoi cento anni), simbolo della produzione della mozzarella di bufala.

Nonostante ciò pranzare a Battipaglia non è semplice, la vasta offerta che la vede godereccia di sera, non si ritrova affatto all’ora di pranzo.

E se si vuole pranzare fuori dove si va? Un indirizzo che segnalo senza tentennamenti, e che conosco sin dalla sua apertura nel 2003, è l’Osteria Re Baldovino.

In uno dei pochissimi palazzi storici della città, é sempre stato un luogo curato ed originale.

Preziosa ed evidente la mano femminile di Teresa Palieri, oste attenta e competente. All’inizio regno di una cucina terragna, con radici pugliesi, da cinque anni ufficialmente osteria di mare.

Molto interessante la cucina dello chef Mimmo Esposito. La sua è una cucina contemporanea, priva di fronzoli ma (nonostante ciò) bella da mangiare con gli occhi e buona da portare alla bocca.

Gli accostamenti sono puliti, rispettosi della materia prima, ma al contempo interessanti e affatto banali. Seppur veloce (ahimè) il mio ultimo pranzo all’Osteria Re Baldovino mi ha fatto venir voglia di tornarci più spesso.

Mimmo si è rivelato uno chef che interpreta bene i suoi tempi: materia prima e competenze – se ben mescolate – sono un vero ingrediente segreto.

Varia anche la carta dei vini, da sempre passione di Teresa.

In apertura ho assaggiato:

Alici marinate su salsa verde di broccoli

Salmone affumicato (dallo chef!) su insalatina con frutti rossi ghiacciati

Insalatina di orata con finocchi e piselli fritti (Deliziosa e delicatissima)

Baccalà fritto con cipolla di Tropea in agrodolce, uva passa e sedano

Gnocchetti con baccalà e zucca

 

 

Prosit!

 

Costo medio 35 euro (vino escluso)

Osteria Re Baldovino
Via Matteo Ripa 52 – Battipaglia (SA)
0828.301379

Aperto a pranzo e a cena (tranne il lunedì)

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here