RaRistovago a Pozzuoli. La cucina rotonda che ama il fusion

0
234

RARISTOVAGO POZZUOLI (2)POZZUOLI (NA). Ci sono il mare e le figure geometriche nei nuovi piatti che propone il ristorante RaRistovago, tutti ispirati al cerchio ed ad una cucina “rotonda”.

Le tecniche di cucina e di presentazione si mescolano dando origini a pietanze fusion e tondeggianti, che mettono in tavola storie diverse.

Come quella di Raffaella Migliaccio, che da Bologna ha portato la sua esperienza di imprenditrice a Pozzuoli, conservando nel menù da lei ideato i cibi della cucina napoletana, ma rivisitata sia nella cottura che in questa divertente forma sempre tonda.

Le pietanze cucinate dallo chef Raffaele Caputo sono rotonde e piene – spiega Raffaella – come le forme delle donne. Il mio menù è un richiamo alla terra, alla fecondità, al sole. Non a caso ho inserito Ra il dio egizio nel nome del ristorante. Un ritorno alle origini che si trasforma in un mangiare contemporaneo”.

RARISTOVAGO POZZUOLI (1)

I piatti sembrano dei quadri. L’arredamento è ricercato e di recupero. Barche lavorate da mastri d’ascia decorano pareti e soffitti, la luce è morbida, pannelli e mise en place raccontano dei viaggi e della continua ricerca di Raffaella.

Il mio sogno – spiega – era aprire un ristorante sul mare, ispirato ad esso in tutto e per tutto,dal menù all’arredo, che raccontasse di me e della mia voglia di avvicinare le persone e quale posto migliore di Pozzuoli per realizzarlo”.

In questo menù così ricco e originale spiccano: le tartare sono servite con geleè di aperol, salsa di guacamole, cipolla caramellata e geleè di lime. I gamberi si assaggiano in tre panature diverse: con pasta kataifi, mais, pastella al pomodoro. La crosta di Gragnano ha un ripieno di baccalà e bufala con pomodorini in agrodolce su letto di friarielli, di baccalà con impanatura alle mandorle e impanatura al mais su crema di ceci.

RARISTOVAGO POZZUOLI (3)

RARISTOVAGO POZZUOLI (4)

Le prerogative del RaRistovago sono semplici ed essenziali: riscoprire, rielaborare, trasformare i prodotti del mare rispettando le usanze e le tradizioni.

Ed ecco servito piatti a tutto tondo: ring di calamari al limone e ricotta, rollrainbow di pesce spada su crema di latte, praline al nero di seppia con salsa di finocchio e curcuma, bignè al salmone su salsa di zucca, cilindri mediterranei, anelli e tortini di polpo caramellato.

Il locale è di design, caldo e accogliente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here