La colazione perfetta? Pane, burro, marmellata (+semi): parola degli esperti…

0
552

Torniamo ai fondamentali, anche a tavola. A partire dal primo pasto del mattino, quello che dovrebbe fornirci dal 25 al 30% delle energie giornaliere, senza appesantirci con additivi e nutrienti “tox”.

La colazione migliore, afferma Assolatte, viene dal passato: è il fantastico trio pane, burro & marmellata, fortemente rivalutato dai nutrizionisti tanto da essere considerato il menu più genuino e sano per affrontare la giornata.

Nella versione 3.0 questo trio, poi, diventa un quartetto: aggiungendo a pane, burro & marmellata anche frutta secca e/o semi, si ottiene una colazione completa e a ridotto impatto sulla glicemia, capace di dare una buona sazietà e di apportare benefici per il sistema immunitario e per quello cardiovascolare.

Ecco il perchè…

1) Aiuta a tenere sotto controllo gli zuccheri perché ha un basso indice glicemico
Pane, burro & marmellata sono il menù ideale per fare il pieno di energia, senza subire gli effetti dannosi dei picchi della glicemia.

Una caratteristica positiva che si deve al mix di nutrienti che caratterizza il burro: la combinazione tra proteine e lipidi del burro riesce a rallentare l’assorbimento degli zuccheri, come quelli presenti naturalmente nella frutta. Per questo aggiungere del burro alla colazione in cui è presente frutta fresca o spremuta è un modo semplice ma efficace per abbassare il carico glicemico del breakfast.
Se poi si scelgono bene sia il pane che la confettura e se si aggiunge della frutta secca in guscio o dei semi si potenzia ancora di più la capacità di questo menu di non sollecitare eccessivamente l’insulina.

Dunque la versione più salutistica è quella fatta con pane nero (meglio ancora se arricchito con semi), spalmato con burro e composta di frutta senza zuccheri aggiunti, e accompagnato da una manciata di mandorle. Anche la frutta secca in guscio, infatti, contribuisce come il burro a migliorare la risposta glicemica della colazione.

2) Nutre sia i muscoli che il cervello. E fa bene a colon e intestino
Il burro oggi considerato quasi un “eroe”: è riuscito a resistere a tanti attacchi fino a veder riconosciuti i suoi meriti nutrizionali, e in particolare il suo lato “buono”, determinato dal buon apporto di grassi amici del sistema cardiovascolare.

Oggi, ricorda Assolatte, tutte le linee guida ufficiali hanno ampiamente riabilitato il burro suggerendone un consumo corretto (ossia 10 grammi al giorno) perché fornisce acidi grassi a catena corta direttamente utilizzabili dal tessuto muscolare e dal cervello. E la colazione è il momento della giornata più indicato per consumare la “dose” quotidiana.
A favore del burro a colazione c’è anche l’ottimo contenuto di vitamina A che svolge un ruolo fondamentale per il sistema immunitario: 10 grammi di burro forniscono1/6 della vitamina A che serve ogni giorno.
Consumato a crudo come si fa a colazione, aggiunge Assolatte, il burro è anche altamente digeribile perché i suoi acidi grassi a catena corta (come l’acido butirrico) si sciolgono a una temperatura inferiore a quella corporea (circa 30°C) e questo li rende rapidamente assimilabili.

Questi grassi buoni non sono amici solo dello stomaco ma anche dell’apparato digerente: infatti l’acido butirrico protegge le cellule del colon e dell’intestino tenue. Per questo il burro contribuisce al benessere dell’intestino, il nostro “secondo cervello”.

3) È tradizionale, naturale e genuina. E conveniente
Chi non ha in dispensa del pane fresco, un panetto di burro e un vasetto di marmellata? Sono alimenti tradizionali dell’alimentazione italiana, ancora oggi prodotti come in passato, solo con ingredienti esistenti in natura (latte, frutta, cereali), con metodi produttivi tradizionali e senza la necessità di aggiungere conservanti, coloranti o altri additivi.

E poi la colazione con pane, burro e marmellata non fa bene solo alla salute ma anche al budget domestico: secondo i calcoli di Assolatte, per un panino da 50 grammi, con 10 grammi di burro e 30 grammi di marmellata si spendono solo circa 37 centesimi. In altre parole, la colazione sana con pane, burro e marmellata costa circa 1/3 rispetto alla brioche del bar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here