TRADIZIONALI. Gli “scauratielli”, il dolce che scoppia…

0
321

5Tanti sono i dolci tipici natalizi che in questi giorni sono stati protagonisti delle nostre tavole, dai mostaccioli agli struffoli, dai roccocò alle inimitabili zeppole.
Di quest’ultime non tutti conoscono una variante ricca di tradizione e credenze popolari. Stiamo parlando delle zeppole, che qui in Campania prendono il nome di “Scauratielli”, ciambelline croccanti fritte preparate con pasta a base di farina e guarnite con miele e codette. 
Non lasciatevi ingannare dalla semplicità degli ingredienti, queste zeppole non sono di facile realizzazione sia da un punto di vista pratico sia da un punto di vista “mistico”. Infatti, sono tante le accortezze da dover seguire per la riuscita di questo dolce.
Alzarsi presto è fondamentale in quanto l’impasto va fatto di mattina (secondo nonna Matilde, probabilmente complice anche la temperatura dell’ambiente) ma attenzione: bisogna chiudersi in casa e star attenti a non far percepire a nessuno che si stanno preparando i suddetti dolci altrimenti come ripetono le nonne (uniche detentrici di questa ricetta) “Ammiria da ggente e fa schiuppa” – L’invidia delle persone le fa scoppiare…

1
Credenze popolari a parte queste simpatiche ciambelle, effettivamente, se non vengono lavorate correttamente al contatto con l’olio bollente durante la cottura, questo è facile che scoppi danneggiando la riuscita del piatto.

2

Che ci vogliate credere oppure no, armatevi di tanta pazienza e di tanta forza e se non vi riescono potrete sempre dare la colpa all’ ammiria da ggent (all’invidia delle persone).

3

Ingredienti:
– 5 tazze d’acqua (potete cambiare le quantità l’importante che la quantità d’acqua sia uguale a quella di della farina)
– 5 tazze di farina
– 1 pizzico di sale
– liquore di anice (1/2 bicchiere)

Per il condimento:
– 1 Kg. di miele

Esecuzione
Mettete acqua, anice e sale, sul fuoco e al primo bollore, versate di getto la farina setacciata. Mescolate (qui ci vuole tanta forza) con la cucchiarella (cucchiaio di legno) il composto sul fuoco fino a quando non si toglierà dalle pareti della pentola.

Versate la pasta ottenuta su di un ripiano che avrete preventivamente unto con dell’olio e lavoratatela, con forza, molto bene in modo da renderla liscia e omogenea al massimo.

Tagliatela a pezzetti e arrotolatela con le mani in modo da ottenere dei bastoncini di circa cm. 15 di lunghezza che si avvolgono su sè stessi.
Friggete in abbondante olio bollente, fate assorbire il grasso su carta da pane. Infine immergete le zeppole nel miele e cospargetele di confettini colorati…

Buon Appetito e buona fortuna! 

5

Oriana Giraulo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here