Dal 23 dicembre al 6 gennaio: Opus. L’arte ed il vino per “I silenzi ritrovati”

0
82

L’azienda vitivinicola Terra di Vento  presenta la seconda edizione di Opus: contenitore culturale che favorisce il connubio tra arte e vino. Dal 23 dicembre al 6 gennaio, presso l’oratorio San Benedetto in Faiano, saranno esposte le opere e cose di Agostino Garofalo. La mostra, intitolata "I silenzi ritrovati", ha lo scopo, oltre che di proporre al pubblico un artista interessante sotto il profilo tecnico e umano, di estrapolarne le tre opere più rappresentative  che andranno a suggello dell’immagine delle etichette, per un serie limitata di edizioni magnum 2009, dei tre vini prodotti dall’azienda.  Anche quest’anno, sarà disponibile per l’evento il catalogo della rassegna,  che raccoglie,  la vita, i ricordi e tutte le opere dell’artista faianese scomparso due anni fà. Eventuali offerte saranno devolute alla chiesa di San Benedetto in Faiano che, su iniziativa del  suo parroco don Giuseppe Salomone,  ha deciso d’intitolare,  in ricordo del loro concittadino,   una   vetrata del loggione . L’intero progetto si concluderà,  domenica 24 gennaio all’interno della  cantina Terra di Vento, dove tra le opere dell’artista e la degustazione dei tre vini  prodotti, saranno presentate in anteprima le bottiglie magnum 2009,  portatrici delle tre immagini scelte di Garofalo. Dopo il successo della passata edizione, che ha rivisitato le "carte perse" di Pietro Favilena,  anche  quest’anno Opus continua a promuovere eventi d’arte contemporanea,  aperti gratuitamente a tutti coloro che abbiano voglia di conoscere  un territorio ancora troppo poco valorizzato. Ubicata sulle colline di Macchia Morese, infatti, l’azienda Terra di Vento,  valorizza una terra, quella dei Picentini,  che è valore per le proprie radici, e con Opus, il vino, che è frutto  di lavoro, di passione e d’attesa, diventa una vera e propria opera d’arte della natura. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here