Al mare nel Cilento. 10 bagni da fare almeno una volta nella vita

Testi e foto di Roberto Pellecchia

Il mare del Cilento, nella parte meridionale della Provincia di Salerno, è tra i più apprezzati della nostra Penisola, grazie alla bellezza delle sue spiagge e alla limpidezza della sue acque.
L’assenza di rilevanti impianti industriali sulla costa cilentana, se da un lato non ha favorito i livelli occupazionali dei suoi abitanti, dall’altro ha permesso una sana conservazione dell’ambiente e della purezza delle acque marine, tanto da essere premiato anno dopo anno con l’assegnazione delle Bandiere Blu e delle “Vele” di Legambiente.
Tra le circa 160 spiagge del Cilento, senza voler fare delle rigide classifiche perché il fascino di questa costa è senza soluzione di continuità da Paestum fino a Sapri, abbiamo scelto dieci luoghi che possiamo definire sicuramente emozionanti, adatti a un bagno davvero speciale nel mare cilentano.
Ed ecco qui di seguito la nostra personalissima “top-ten” della balneazione cilentana, con qualche dritta per raggiungere le singole spiagge.

Santa Maria di Castellabate
1)
La spiaggia di Santa Maria di Castellabate, al centro del borgo storico, diventata nota grazie al film “Benvenuti al Sud”. Sicuramente affollata in alta stagione ma col mare sempre limpido. Per godere di uno dei “set” cinematografici più amati dagli italiani.
Il consiglio: siate piuttosto mattinieri per godervela al meglio.

Punta Licosa

2)
Punta Licosa. Non è una spiaggia vera e propria; per godere di questa meraviglia bisogna andare in barca, partendo dal porto di San Marco o di Agropoli. Le acque intorno alla piccola isola che si trova a poca distanza dalla punta hanno colori di ogni sfumatura di verde e di blu che incantano e lasciano a bocca aperta.
Il consiglio: meglio un giorno feriale, di domenica le barche sono tantissime.

Marina di Caprioli

3)
La Marina di Caprioli o spiaggia della Gabella.
Una grande spiaggia di sabbia fine che s’immerge nel mare trasparentissimo.
Raggiungibile direttamente dalla strada provinciale che la costeggia.

Porto di Palinuro

4)
Porto di Palinuro.
Adiacente al piccolo porto di Palinuro alcuni stabilimenti balneari offrono servizi di spiaggia che si affacciano su questa piccola baia col mare quasi sempre calmo, le cui acque incantarono già Giuseppe Ungaretti durante il viaggio nel Cilento.
Relax garantito e mare sempre pulito con ogni comfort.

Buondormire di Fuori

5)
Il Buondormire di Fuori.
Posta all’interno di una caletta riparata circondata dalle alte falesie di Capo Palinuro offre uno scenario davvero caraibico. Facilmente raggiungibile dal Porto di Palinuro mediante i servizi di taxi-boat o direttamente con le scale per i clienti del King’s Hotel.

Cala Finocchiara

6)
Cala Finocchiara.
Una lunga spiaggia di sabbia e ciottoli, la cui ultima propaggine è l’unica spiaggia “naturista” ufficialmente riconosciuta in Campania. Per i non naturisti basta fermarsi un po’ prima per godere del mare limpido e della bella vista sul Capo di Palinuro.
Raggiungibile direttamente dalla strada provinciale che porta a Marina di Camerota.

CalaBianca

7)
Cala Bianca.
Già nominata spiaggia più bella d’Italia un paio d’anni fa, è una piccola spiaggia di sassolini tondeggianti bianchissimi, circondata dalla macchia mediterranea.
Raggiungibile mediante i barcaioli che accompagnano i turisti da Marina di Camerota.

Le Piscine di Marina di Camerota

8)
Le Piscine di Camerota.
Invisibile da terra e da mare, questa piccola baia con spiaggia richiede un certo sforzo per essere raggiunta, ma ne vale assolutamente la pena.
Ben conosciuta a Marina di Camerota, può essere raggiunta solo da un privato che vi accompagni in barca, oppure si può raggiungere in kayak, per un momento di tranquillità assoluta anche in alta stagione.

Infreschi

9)
Baia degli Infreschi.
Una della baie più suggestive del basso Cilento, con due piccole spiagge e colori e scenari che rimangono stampati nella memoria.
Anche in questo caso può essere raggiunta in barca da Marina di Camerota o da Scario.

Masseta1

10)
La Masseta.
Una serie di spiagge (Marcellino, Risima, Gabbiani, solo per indicarne alcune) raggiungibili mediante i servizi di taxi-boat da Scario.
Si tratta di spiagge di piccoli ciottoli che si stendono lungo i 10 km di costa più selvaggi del Cilento, per un’esperienza balneare davvero indimenticabile.

E poi, volendo, ci sono le altre 150 spiagge del Cilento!