La Via Lattea. Un’iniziativa a km 0 nella cornice storico-agricola dell’Azienda Improsta

0
119

LATTEEBOLI (SA). Promozione del territorio, tipicità gastronomiche, sapori&profumi. Ecco cos’è “La via Lattea”: un appuntamento a Km0.
L’evento, organizzato dalla Pro loco Don Donato Paesano e ospitato dall’Azienda Sperimentale Improsta, con il patrocinio della Provincia di Salerno e della Città di Eboli, si svolge in collaborazione con le associazioni Eboli Nuova, Le amiche buongustaie&friends, Coldiretti- Donne Impresa e SeleCoast- Distretto Turistico Sele Picentini.
Sabato 24 maggio a partire dalle ore 17,30, oltre ad una visita guidata del centro aziendale che è costituito da diversi edifici di notevole interesse storico-architettonico, con il suo maestoso “Palazzo” dell’800 e l’antica “Bufalara”, una struttura rurale del ‘600 che serviva da ricovero al personale addetto alla cura del bestiame, a fare da cornice a “La Via Lattea” degustazione di prodotti a base di latte, come cagliata, formaggi, panna di bufala, esposizione di lavori rigorosamente handmade, una singolare mostra fotografica. Insomma, il visitatore sarà calamitato in un vero e proprio viaggio del gusto e del buongusto.
Il latte alimento antico per una società moderna. Più che teorie, testimonianze di successo a cui ispirarsi”. Sarà questo, invece, il tema dell’incontro- convegno sulle nuove opportunità di lavoro in agricoltura, l’unico settore che negli ultimi due anni ha visto, in piena controtendenza, un aumento dell’occupazione.
Siedono al tavolo della discussione: Maria Rosaria Pagnani, Antonella Dell’Orto, Vito Pindozzi, Carmen Autuori e Giuseppe De Martino. I saluti saranno affidati al consigliere provinciale Massimo Cariello; al sindaco di Eboli, Martino Melchionda e all’assessore alla Cultura, Liberato Martucciello. Modera, Luisa Clarizia.
«La nostra associazione in sintonia con quanto avviene in tutt’Italia, al fine di seguire la strada del latte e scoprire un patrimonio di natura e cultura – dice Luisa Clarizia, ideatrice dell’evento e presidente della Pro Loco Don Donato Pesano – ha desiderio di promuovere il latte a 360°. Nell’ambito dell’appuntamento, infatti, oltre ad assaporare le prelibatezze culinarie realizzate a base di latte e degustare una innumerevole quantità di prodotti lattiero caseari, in vetrina porteremo anche frutta a Km0, prodotti di bellezza, saponi ed altro unicamente realizzati attraverso l’utilizzo del latte di bufala».
«Con grande entusiasmo, noi, parteciperemo a questo evento. Il latte è stato da sempre motore pulsante dell’economia della Piana del Sele, questa volta, però, esso non sarà solo alimento, ma anche prodotto di bellezza con il marchio Biancamore: detergenti e creme per il corpo che sanno di pulito, di bambino, di natura. Saremo presenti con prodotti handmade creati con materiale di riciclo, con il nostro pane con il “criscito”. Un ritorno all’antico, insomma, che ci riporta alle radici, alla terra nostra», spiega Carmen Autuori, presidentessa de Le amiche buongustaie&friends.
«Questa bellissima iniziativa rappresenta un ottimo inizio della promozione e valorizzazione dei nostri prodotti locali e delle nostre eccellenze istituzionali. Come l’Azienda Improsta della Regione Campania è sinonimo di costanza, intuito, caparbietà, – ha detto il consigliere provinciale Massimo Cariello – così il percorso avviato tra Luisa Clarizia della Proloco e Carmen Autuori delle Amiche Buongustaie è la dimostrazione che la rete associativa è lo strumento migliore per realizzare iniziative di qualità e spessore sia culturale che di promozione delle nostre peculiarità territoriali».
«Un progetto – dichiara il sindaco di Eboli Martino Melchionda – che esalta una delle vocazioni più importanti del nostro territorio: l’agricoltura ed i preziosi prodotti della nostra piana del Sele; un settore, questo, che ricopre un ruolo davvero importante nell’ambito dell’economia locale. Un ringraziamento va a tutti coloro che, con impegno, hanno ideato e promosso l’iniziativa».
«Una bella iniziativa – spiega l’assessore alla Cultura Liberato Martucciello – per riscoprire, attraverso un interessante percorso fatto di degustazioni, visite guidate, esposizioni e mostre fotografiche, le proprietà ed i benefici di un alimento, il latte, da cui derivano alcuni dei prodotti di maggiore eccellenza della nostra dieta mediterranea».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here