Cucina di recupero. Una signora vellutata con le bucce dei piselli

0
63

PISELLIUn piatto ricco, gustoso, di stagione, economico e di riciclo. I piselli sono un prodotto di stagione, ma pochi sanno che le loro bucce sono edibili, dunque sono un ingrediente interessante.

Un piatto che rientra nel quadro di un’interessante cucina di recupero e di una intelligente azione di risparmio economico. Non a caso quando si compra circa 1 Kg di piselli, si ottengono circa 300 grammi di piselli da sgranare, mentre, i restanti 700 grammi di bucce finisce nel cassonetto.

Proviamo a riciclarle, con l’aiuto di un passaverdure o di un frullatore a immersione, otterremo un’ ottima crema. Basta solo un po’ di pazienza.

Ingredienti per 4 persone:
400 grammi di bucce di piselli
2/3 patate medie
2 scalogni
800 ml acqua
Sale q.b.
6 cucchiai di olio evo
2 foglie di alloro

Procedimento:
Iniziate sgranando i piselli, che userete per un’altra preparazione mentre, le bucce tagliatele alle estremità, insieme all’eventuale filo, poi tagliatele a pezzetti. Sbucciate e tagliate a pezzetti le patate, affettate gli scalogni. Portate ad ebollizione 800 ml di acqua con il sale, fate appassire gli scalogni con l’olio ed aggiungete le foglie di alloro. Unite le patate e le bucce di piselli, aggiustate di sale. Lasciate cuocere ed ogni tanto versate un po’ di acqua, fate bollire per circa mezz’ora.

Quando sarà pronto, passate il tutto con l’aiuto di un passaverdura, o se preferite frullate. Riportate nuovamente la passata in ebollizione, facendola ritirare. Aggiungete, due cucchiai di olio, oppure potete optare per la fecola di patate, fate sobollire per circa 5 minuti.

A questo punto la vostra crema si è trasformata in vellutata. Versate in un piatto da portata e guarnite con dei crostini o dei cubetti di pane. Potete grattugiare, se vi piace anche un po’ di parmigiano o di grana padano.

Maria Rosaria Mandiello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here